Etichette

giovedì 3 gennaio 2013

Recensione: "La Sogneria" di Andrea Storti


Bentornati nella mia Foresta Incantata!
Eccomi finalmente con una recensione nuova di zecca :) Sto parlando de "La Sogneria" di Andrea Storti, un libricino uscito lo scorso dicembre che mi ha incantata fin da subito, mi ha rapita con la sua copertina e mi ha trasportata in un mondo fatto di sogni e fantasia. Ringrazio infinitamente l'autore per avermelo inviato, sono davvero felice di averlo letto. Premetto che ho terminato la lettura del libro prima della fine dell'anno, purtroppo però ho avuto poco tempo per poterlo recensire. Ma adesso eccomi qua, pronta a darvi il mio parere su questa magica storia!


"Aveva inventato i sogni! Oh, sì, non c’erano trucchi e nemmeno inganni, il signor Cioccomenta possedeva ora il mezzo indispensabile per ridare alla gente la capacità di sognare."


Autore: Andrea Storti
Editore: Lettere Animate
Collana: Nuovi mondi
Pagine: 78
Prezzo: 1,99 euro

Trama: Il mondo dei sogni, da sempre considerato quanto di più effimero e intangibile, assume in questo romanzo una dimensione reale e vendibile. La Sogneria diventa la metafora di una felicità ritrovata da una popolazione che ha perso la capacità di sognare, dove il sogno non è limitato a essere ospite dei dormienti, ma importanza primaria dell’esitenza.L’autore conduce il lettore in un mondo incantato, dove la perdita della connotazione spazio temporale diventa strumento per coinvolgere quanti si affacceranno a questo romanzo in un’atmosfera fiabesca, ricca di sfumature facenti riferimento a una letteratura fantastico/paradossale.

Voto:
Recensione:
Quella che ho tenuto tra le mani nei giorni in cui mi sono dedicata alla sua lettura è stata una storia splendidamente carina e tremendamente deliziosa, una piccola avventura che credo non dimenticherò.

"Fu in un fresco mattino d’estate che, per caso e per fortuna, il signor Cioccomenta, uno scienziato del paese piuttosto rotondetto e dalle guance belle rosse, scoprì quella strana sostanza chimica la quale, col nome di Sognina, sarebbe passata alla storia come l’invenzione più portentosa degli ultimi trecentocinquantacinque anni."
Nella cittadina di Santa Bisbetica qualcosa sembra non funzionare nonostante l'impeccabile ordine e la straordinaria pulizia delle strade: i suoi abitanti infatti sembrano affetti da una grave malattia, l'assenza di sogni. In molti sembrano essere stati colpiti da questo strano "morbo", ma nessuno ne conosce le cause. Qualcosa sta per cambiare però a Santa Bisbetica, e il cambiamento sarà sperimentato nello strambo laboratorio del signor Cioccomenta, simpatico scienziato un po' pasticcione che, insieme al suo fidato compagno Ercolino, inventerà la ricetta dei sogni! Tra alambicchi vari e ampolle colorate, ecco che viene sperimentata la formula della felicità, quella che saprà ridare speranza agli abitanti di Santa Bisbetica. Laurenzio Cioccomenta, entusiasta della sua straordinaria invenzione, aprirà così un negozio di sogni, la Sogneria appunto. Ma si sa, non può esistere una storia se qualcosa non va storto... Laurenzio ed Ercolino dovranno affrontare il nemico di tutti i sogni, e cioè l'incubo che ahimè ha un nome e addirittura un cognome! Ed ecco che tra strambi personaggi, mondi fantastici e corridoi dalle mille risorse si snoda questa dolce storia che saprà catturare il cuore di grandi e piccini.
Fanart  realizzata da Chagall
Andrea Storti, con grande maestria, ci racconta le peripezie del signor Cioccomenta e del suo cagnolino Ercolino, un simpatico carlino al passo coi tempi. Il linguaggio con cui ci viene narrata la storia è semplice ma ben condito, scorrevole e ironico al punto giusto, a tratti tipico della fiaba. Più di una volta l'ironia del linguaggio mi ha strappato un sorriso, che dire poi dei personaggi? Non sono molti, essenzialmente tre se si tralasciano i fugaci incontri che Laurenzio ed Ercolino fanno nel mondo dei sogni, ma nonostante le poche pagine del libro essi riescono ad essere ben caratterizzati; l'autore riesce a trasmettere con le sue parole la vera essenza dei personaggi da lui creati, rendendoli quasi caricaturali. Inutile dirvi che ho amato profondamente sia la storia che Laurenzio ed Ercolino, poichè tra le pagine di questo libro è racchiusa gran parte della mia idea di "sogno": in fondo "anche se può sembrare inutile, sognare rende la vita meno faticosa e meno atroce" (cit. pag.8)
Unica "pecca" di questo libro è il formato: è stato pubblicato esclusivamente in ebook, un formato che nulla toglie alla bellezza della storia, ma che a parer mio avrebbe meritato di essere stampato e riposto sugli scaffali delle librerie, in attesa di essere comprato. Spero che questo avvenga presto, perchè La Sogneria è un libro fantasioso, colmo di spensieratezza, ma che saprà insegnare qualcosa ai più piccini e far sorridere anche gli adulti, che potranno comunque godere delle avventure dei due esilaranti protagonisti.
Detto questo, La Sogneria è un libro che non può mancare nelle librerie di tutti i sognatori come me e che consiglio ai bimbi, sia quelli di fatto che quelli che, come la sottoscritta, sono considerati adulti ma hanno ancora vivo il loro lato bambino!

Per comprare il libro cliccate qui. Tenetevi aggiornati, perchè nei prossimi giorni ospiterò Andrea e Laurenzio proprio qui, nella mia Foresta Incantata! Nel frattempo vi saluto, a presto!


8 commenti:

  1. Mi piacerebbe che fosse pubblicato in formato cartaceo!!!
    A me non piace leggere gli e-book, però questa storia non vorrei lasciarmela scappare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Clody concordo perfettamente con te! Anche io non leggo ebook, però questo non mi è pesato affatto, sarà anche perchè le pagine sono poche ;) te lo consiglio vivamente!

      Elimina
    2. ci farò un pensierino... vedrò se fare uno strappo alla regola!

      Elimina
  2. Che onore XD hai pubblicato la mia fanart.
    Comunque il libro è un amore, vero? Per me lo è davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Benvenuto sul blog =) eh, non potevo non pubblicarla, è davvero bellissima e anche perfetta: immaginavo Laurenzio ed Ercolino proprio così! Comunque sì, hai ragione: il libro è proprio un amore <3

      Elimina
    2. In realtà l'ho fatta prima di finirla di leggerlo. Nel racconto, a essere precisi, lui avrebbe i baffi e dice pure il colore dei capelli, anche se ora non lo ricordo.
      Comunque grazie, è stato un pensiero carinissimo ;)

      Elimina
    3. Hai ragione, però io lo immaginavo così comunque, non so perchè =) figurati, è stato un piacere ^_^

      Elimina
    4. Allora, dobbiamo convincere Andrea a scrivere un seguito ;) e speriamo un giorno in una versione cartacea e illustrata da un vero professionista.
      Sarebbe stupendo *__________*

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...