Etichette

mercoledì 8 maggio 2013

Recensione: "Giorni di zucchero fragole e neve" di Sarah Addison Allen


Bentornate nella mia Foresta Incantata, creature del bosco!
Torno sul blog con una nuova recensione. Ho terminato da qualche giorno la lettura del libro "Giorni di zucchero fragole e neve" di Sarah Addison Allen e ne sono rimasta piacevolmente colpita. Perchè? Beh, leggete la recensione e lo scoprirete =P


Autore: Sarah Addison Allen
Editore: Sonzogno
Pagine: 283
Prezzo: 9,90 euro

Trama: Josey ha tre certezze: l'inverno è la sua stagione preferita; lei non è il classico esempio di bellezza del Sud; i dolci è meglio mangiarli di nascosto. Vive a Bald Slope, il paesino di montagna dov'è nata, rinchiusa nell'antica casa di famiglia ad accudire la vecchia madre. Ma di notte Josey ha una vita segreta. Si rifugia in camera a divorare scorte di dolcetti e pile di romanzi rosa. Finché un bel giorno, misteriosamente, nello stanzino nascosto dal guardaroba, dove l'aria profuma di zucchero, spunta un'esuberante signora che dice di essere venuta per aiutarla. Chi è quella donna? Perché il suo corpo odora di fumo di sigaretta e acqua stagnante? Perché sembra scappare da qualcosa o da qualcuno? Josey non farà in tempo a chiederselo, che il suo piccolo mondo sarà messo sottosopra. Scoprirà che in amore e in amicizia le certezze non esistono e che le persone, anche le più care, possono nascondere qualcosa di inconfessabile. Accettare questa sfida è la grande prova che Josey dovrà superare. E per lei sarà l'inizio di una nuova vita: la sua.

Voto:
Recensione:
Già dal titolo e dalla copertina trapela la dolcezza della storia contenuta nel libro.
Josey ha 27 anni e vive ancora con la madre; non ha amici nè svaghi, ma solo una certezza: le esigenze della sua genitrice vengono prima di qualsiasi altra cosa. Per sfogare la sua insoddisfazione personale però, Josey ha fatto in modo di crearsi un angolino meraviglioso e segreto all'interno della sua stanza, un guardaroba pieno di dolci e di romanzi d'amore. E proprio in quel guardaroba un giorno Josey incontrerà Della Lee, una donna stramba in fuga dal suo passato che insisterà con la protagonista per poter rimanere nel suo dolce nascondiglio segreto. Da quando Della Lee compare nella sua vita, a Josey succederanno cose strane, cose che non le erano mai accadute prima. Incontrerà Chloe, della quale diverrà amica, e finalmente andrà contro le regole e le aspettative della madre.
"Giorni di zucchero fragole e neve" è un romanzo che definirei rosa con elementi fantastici, anche se dire "rosa" risulta un po' riduttivo. 
Il linguaggio dell'autrice si rivela fin dalle primissime pagine estremamente evocativo, ricco di immagini, sapori, profumi e sensazioni che inebriano il lettore e lo incantano con la loro delicata e spensierata magia. Lo stile  dell'autrice è infatti unico nel suo genere.
Il ritmo della narrazione appare leggermente lento nelle prime pagine, superate le quali si fa sempre più incalzante, coinvolgendo il lettore in un crescendo di emozioni tant'è che diventerà difficile smettere di leggere.
Le descrizioni sono trattate vivacemente e sono così particolari da essere molto evocative seppur nella loro semplicità. La Addison Allen infatti non ci descrive le cose così come appaiono, ma le sensazioni che esse suscitano nello spettatore, rendendole tremendamente realistiche.
I personaggi sono tutti ben caratterizzati e bene approfonditi, li ho adorati tutti: Josey, la dolce e premurosa protagonista; Chloe, simpatica e profonda; l'esuberante Della Lee, testarda e colma di stranezze. Mi sono piaciute anche Helena, domestica di casa Cirrini, e Margaret, la gelida madre di Josey. Anche i personaggi maschili non sono stati da meno, seppure in questa storia rappresentino la minoranza. 
La trama è ben congegnata e non priva di colpi di scena che sapranno sorprendere il lettore fino alle ultime pagine. Protagoniste indiscusse di questo romanzo sono le donne: donne tradite, ferite, deluse, orgogliose, sottomesse, sognatrici, protettive, gelose e testarde. L'autrice ha intrecciato nella trama del suo libro le storie di quattro donne diverse, ma unite da legami profondi e dai fili del destino: la storia di Margaret, donna austera, abitudinaria e insensibile alle esigenze della figlia. La storia di Josey, sua figlia, una ragazza ingenua, altruista e dolce quanto le torte che tiene nascoste nel suo guardaroba. Josey cerca instancabilmente di redimersi dal proprio passato, ma è anche avida di libertà ed indipendenza. E' così che la sua storia si intreccia con quella di Della Lee, la donna comparsa all'improvviso nella sua stanza, la quale cambierà per sempre la vita della timida Josey, e con la storia di Chloe, tradita dal fidanzato e "collezionatrice" di libri e di sogni.
E' forse proprio quest'ultima la mia preferita in assoluto, non solo per il suo carattere simile al mio, ma anche per il suo speciale rapporto con i libri.
Insomma, "Giorni di zucchero fragole e neve" è una storia che profuma d'inverno, di cioccolato e menta piperita, saprà avvolgervi con la sua indimenticabile magia!
Consigliato a chi ha bisogno di una lettura leggera e spensierata, ma che sappia comunque trasmettere valori quali l'amore, l'amicizia, il perdono e l'accettazione di sè. Un libro perfetto da leggere durante le vacanze natalizie, mentre la neve scende fuori della finestra, accoccolati sotto le coperte con una tazza di tè o di cioccolata fumante sul comodino.

Voi che ne pensate? Lo conoscete?

 

7 commenti:

  1. che dire Mirial... io sono di parte, lo sai!
    sono contenta che ti sia piaciuto e che il primo impatto con la Allen sia stato positivo! è il primo libro di questa autrice che leggi vero?
    concediti "Il profumo del pane alla lavanda"... ti piacerà tantissimo, è il miogliore della Allen fin'ora, secondo me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è il primo libro della Allen che leggo e ne sono rimasta incantata! Il profumo del pane alla lavanda al momento non ce l'ho e non riesco a procurarmelo purtroppo, nonostante lo desideri da molto. Ce l'ho solo in pdf e come sai preferisco di gran lunga i cartacei =(
      Spero di poterlo prendere presto!
      Grazie per avermi fatto conoscere la Allen, l'avevo scoperta sul tuo blog =)

      Elimina
  2. Io mi sono innamorata di questo libro, e soprattutto dell'autrice, è davvero divina come scrive, riesce ad incantare con poche parole!!
    COmunque la storia di questo libro è davvero dolce.
    Ho molte frasi preferiti di questo libro, ma questa mi è entrata nel cuore:
    «I libri a volte sono possessivi, vero? Cammini in una libreria e un determinato libro ti salta incontro, come se si fosse spostato lì da solo, soltanto per attirare la tua attenzione. A volte quello che c'è dentro ti cambierà la vita, a volte non ci sarà neanche bisogno di leggerlo. A volte avere intorno un libro è semplicemente un conforto. Molti di questi libri non sono mai neanche stati aperti. "Perché comprate dei libri che non leggete nemmeno?" ci chiede nostra figlia. E come chiedere a qualcuno che vive da solo perché si è comprato un gatto. Perché gli faccia compagnia, ovvio.»

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la stessa frase che ha colpito anche me, lunedì l'ho inserita nella rubrica "Tra le righe del cuore" =)
      Un libro dolce, sì! Spero di leggere presto altro della Allen!

      Elimina
  3. è bello anche Il giardino dei raggi di luna!! davvero bello!!

    RispondiElimina
  4. tesorino un piccolo premietto per te http://themydiarysecret.blogspot.it/2013/05/premio-super-sweet-blog.html

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...