Etichette

giovedì 9 maggio 2013

Il Gufo Postino # 30


Bentornati in questa Foresta Incanta, creature del bosco!
Torno sul blog con questa rubrica, che altro non è che la mia versione di "In my mailbox". Per chi ancora non la conoscesse, ecco di cosa si tratta: il Gufo Postino consiste nel presentare i libri acquistati, regalati, prestati o ricevuti.... per rendere più accattivante la presentazione, io e la mia sorellina Yvaine del blog Il Pozzo dei Sussurri abbiamo pensato di lasciarvi, insieme alla trama, anche l'incipit dei libri in questione, di modo da darvi un piccolo assaggino ^^ La rubrica verrà postata da me il giovedì, ovviamente i giovedì in cui il Gufo Postino mi avrà mandato qualcosa =)

Ecco qui cosa mi ha portato il Gufo Postino questa settimana! 



Per questi due libri ringrazio la mia gemellina Reina, che me li ha inviati come regalo di compleanno *_* Non vedo l'ora di leggerli!


Trama:
All'inizio degli anni Settanta del Novecento, il lupo in Italia era pressoché scomparso. Solo pochi branchi residui venivano segnalati tra la Sila e i Monti Sibillini. Sembrava che l'estinzione fosse ormai inevitabile. Poi il vento è cambiato. Favorito dal progressivo spopolamento delle montagne, dal rilascio di animali a scopo venatorio e dall'entrata in vigore di una nuova legislazione di tutela, il lupo ha trovato le condizioni per riprodursi e rioccupare gli antichi territori. È da quel momento, ormai quarant'anni fa, che dalle vallate sopra Visso, tra Umbria e Marche, il lupo indisturbato si è messo in cammino verso nord. Il percorso seguito tra le montagne è oggi una fascia di territorio selvaggio, larga qualche decina di chilometri, che segue la dorsale appenninica. Marco Albino Ferrari ha seguito la "via del lupo", ha ripercorso le tappe di un viaggio in luoghi marginali e misteriosi e racconta storie di uomini e animali, antiche leggende e appassionanti avventure di ricercatori, impegnati a contrastare le diffidenze (e a volte le minacce) degli allevatori danneggiati dal lupo. L'altopiano di Castelluccio di Norcia, le Foreste Casentinesi, l'Appennino Parmense, le Apuane, le Alpi Liguri, le Marittime, il Parco del Gran Paradiso, e ancora più in là, sull'arco alpino. Oggi, gli ultimi branchi sono stati avvistati in Veneto: da lì il lupus italicus si incontrerà con altri esemplari in arrivo dalla Slovenia. Un incontro atteso, che forse completerà fino in fondo la via. 

Incipit:
Soltanto l'occhio esperto riesce a riconoscere con certezza l'orma del lupo sulla neve. Il lupo ha quattro dita nelle zampe posteriori e cinque in quelle anteriori, di cui una, il pollice, sospesa verso l'alto.

Trama:

La distruzione dei boschi e delle foreste del pianeta non comporta soltanto gravi danni ecologici. Spesso si dimentica che con gli alberi scompare anche un prezioso patrimonio culturale dell'umanità.In passato le piante venivano considerate la manifestazione più immediata e concreta della divinità: a esse gli uomini si rivolgevano per chiedere protezione e conforto, intorno alle piante fiorivano miti straordinari, a ciascuna specie, a ogni albero, venivano attribuite virtù e funzioni particolari. Jacques Brosse ha ricostruito questo mondo perduto, raccogliendo racconti e tradizioni dalla mitologia egizia, semitica, cretese, indiana, greca, latina, germanica, celtica. Una piccola ma esauriente enciclopedia dei miti legati alle diverse piante: quercia, pino, frassino, betulla, noce, cipresso, fico, ulivo, melo, vite…

Incipit:
Nel più lontano passato, molto prima che l'uomo facesse la sua comparsa sulla Terra, un albero gigantesco s'innalzava fino al cielo. Asse dell'Universo, attraversava i tre mondi. Le sue radici affondavano fin negli abissi sotterranei, i suoi rami arrivavano all'empireo.



Questi due invece sono frutto degli acquisti al mercatino dell'usato :)

Trama:
Il volume raccoglie poesie, canzoni, preghiere, leggende e racconti degli Indiani d'America, tratti da tre volumi di tre diversi autori, riguardanti le civiltà Navajo, Hopi e Lakota. Attraverso il materiale raccolto vengono descritti diversi aspetti della filosofia e delle consuetudini di vita di questi popoli: la cosmogonia con i suoi miti e leggende e la concezione dell'universo; le credenze animistiche e il totemismo, che regola il rapporto magico-rituale con la natura e gli animali in particolare; il significato simbolico delle cerimonie religiose e il valore della preghiera; i fondamenti dell'organizzazione sociale che disciplinano i rapporti fra membri dello stesso clan e fra clan e tribù diverse.


Incipit
Questa raccolta di racconti, poesie e meditazioni cattura l'essenza del popolo Navajo. Vi troviamo la storia di Donna-Che-Si-Trasforma, l'antenata divina che insegnò al popolo come vivere.


Trama:
Richard Tyler è un ragazzino pauroso di tutto: teme persino di salire sulla casetta costruitagli da papà Alan sull'albero del giardino. Sorpreso da un violento temporale, mentre si reca a comprare dei chiodi con la sua bicicletta super accessoriata, per evitare guai entra in un'enorme biblioteca, dove il bibliotecario mister Dewey lo fornisce di un tesserino. Si trova quindi trasformato in un'illustrazione ed incontra Pagemaster, signore della biblioteca, che lo invita ad affrontare tre prove, per uscirne.

Incipit:
Nel cielo notturno si andavano addensando scure e allarmanti nubi temporalesche, che si spostavano e si attorcigliavano di continuo prendendo la forma di terribili navi di pirati, case stregate, draghi.

Voi che ne pensate? Li conoscete? 

4 commenti:

  1. c'è un premio per te sul nostro blog! :)
    http://wwwthelibraryofdreams.blogspot.it/2013/05/premio-super-sweet-blog.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per il premio, siete gentilissime! =)

      Elimina
  2. Mi ispira tantissimo quello sugli Indiani d'America! Sono sempre stata affascinata dalle loro storie, me lo segno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. =) sono contenta di averti fatto scoprire un nuovo libro! A me sembra ben fatto ;)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...