Etichette

martedì 21 maggio 2013

Libri che... parlano di streghe (# 18)


Bentornati nella mia Foresta Incantata!
Questa rubrica la condivido con la mia gemellina Reina del blog Il Portale Segreto e ci terrà compagnia a martedì alterni. Essa consiste nel presentarvi fino a un massimo di sette libri inerenti uno stesso tema scelto di volta in volta da noi. Per ognuno di essi spiegheremo brevemente i motivi che ci hanno indotto a sceglierlo. Se volete partecipare, potete postare i vostri libri inerenti al tema della settimana in un commento sotto al post =)

Il tema da noi scelto questa settimana è:

Libri che parlano di streghe (da 0 a 16 anni di età)


"Streghetta mia", di Bianca Pitzorno: un libro che da bambina ho adorato e riletto un sacco di volte, tanto che adesso è tutto sgualcito. Siccome in questo libricino vengono elencate tutte le caratteristiche fisiche e non che contrassegnano una vera strega, io trascorrevo ore a cercare delle similitudini tra me e la protagonista, perchè volevo essere a tutti i costi una streghetta come lei =P

"Le streghe", di Roald Dahl: anche questo è un libro che ho letto da bambina. Lo comprai perchè avevo letto molti libri dello stesso autore ed ero rimasta affascinata dal suo stile, così non appena ho visto questo libro, che dal titolo lasciava trapelare che la storia avrebbe trattato del mio argomento preferito, ho chiesto a mio papà di comprarmelo. Lo leggevamo insieme tutte le sere, prima di cenare e mentre lui e mia mamma lavavano i piatti. Lo leggevo io ovviamente, dovevo esercitarmi u_u ricordo che rimasi inorridita dalla descrizione raccapricciante delle streghe che ci offre l'autore, ma il libro mi è piaciuto comunque, con la solita ironia che contraddistingue i libri di Roald Dahl.

"La figlia della Luna", di Margaret Mahy: un libro che ho assolutamente amato, era divenuto uno dei miei preferiti nella mia prima adolescenza. Ho dei ricordi molto frammentari sulla storia, l'unica sensazione che mi è rimasta sottopelle è l'inquietudine che pervade l'intero romanzo. E' un libro particolare, ammaliante forse, anche per via dei suoi aspetti più oscuri ed inquietanti.

"Streghe", di Robin McKinley: comprato anche questo da adolescente, l'ho comprato sempre per il tema in esso presente, la stregoneria, che mi affascina da sempre. E' un libricino leggero, in cui le streghe non sono quelle delle favole, quelle che tutti ci immaginiamo. Le streghe qui non sono donne dagli effettivi poteri magici; i racconti contenuti in questo romanzo hanno per protagoniste guaritrici, giovani donne alla ricerca di un posto nel mondo o semplici vittime.

"I diari delle streghe", di Lisa Jane Smith: l'ho comprato e divorato tre anni fa, invogliata dal prezzo economico. E' il libro che mi ha riavvicinato alla stregoneria e alla magia, il libro che mi ha "iniziato" alla cristalloterapia. Si tratta di una saga per ragazzi che raccoglie in sè alcuni dei temi principali della Wicca, è ambientato ai giorni nostri e in esso si confondono magia e mistero. Non è un testo eccezionale, sicuramente, è una lettura leggera, ma ne conservo un bel ricordo.

"Il viaggio della strega bambina" di Celia Rees: letto da poco, narra le vicende di Mary, una ragazzina che tenta di fuggire dall'accusa di stregoneria che pende su di lei. Dovrà affrontare  un lunghissimo viaggio per mare e altre peripezie prima di comprendere che dal proprio passato e dai propri problemi non si può fuggire... Un testo molto semplice, a tratti lento, che non mi ha convinta fino in fondo ma che ha saputo comunque colpirmi per la sua semplicità.

Voi li conoscete? Ne avete letto qualcuno?

4 commenti:

  1. Tra questi ho letto solo quello di Roal Dahl, che è sempre bello leggere, anche da grandi! Recentemente a proposito di streghe ho letto 'Figlia di Strega' di Nina Bawden, piuttosto carino e ho iniziato la serie 'Hex Hall', che però in italia ancora non arrivato, in cui la protagonista,una strega ancora inesperta, dopo aver combinato alcuni guai con i suoi poteri viene mandata in una sorta di riformatorio per creature magiche, con fate,lupi mannari e vempiri, davvero bellissimo :)

    RispondiElimina
  2. Roal Dahl era il mio autore preferito da bambina, l'anno scorso ho riletto La fabbrica di cioccolato e ne sono rimasta incantata come da piccola. E' unoscrittore intramontabile!
    I libri che hai nominato non li conosco, ma vado subito a dare un'occhiata ;)

    RispondiElimina
  3. Io non ho mai letto nessuno di questi libri ma credo che dipenda dal fatto più che altro che non mi piacciono troppo i llibri che parlano di streghe, per quanto adori il genere fantasy! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? A me piacciono molto, anche se a dire il vero dopo un po' tendono ad assomigliarsi un po' tutti =P

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...