Etichette

giovedì 27 dicembre 2012

Il Gufo Postino # 17


Bentornati in questa Foresta Incanta, creature del bosco!
Avete passato bene il Natale? Spero di sì, io non ho avuto modo neppure di farvi gli auguri perché sono stata via da casa senza computer né internet per qualche giorno, per cui vi faccio tantissimi auguri adesso!
Le attività del blog riprendono oggi con con questa rubrica, che altro non è che la mia versione di "In my mailbox". Per chi ancora non la conoscesse, ecco di cosa si tratta: il Gufo Postino consiste nel presentare i libri acquistati, regalati, prestati o ricevuti.... per rendere più accattivante la presentazione, io e la mia sorellina Yvaine del blog Il Pozzo dei Sussurri abbiamo pensato di lasciarvi, insieme alla trama, anche l'incipit dei libri in questione, di modo da darvi un piccolo assaggino ^^ La rubrica verrà postata da me il giovedì, ovviamente i giovedì in cui il Gufo Postino mi avrà mandato qualcosa =)
Eh sì, in questi giorni si sono aggiunti alla mia libreria quattro libri, per la maggior parte frutto di regali natalizi. E allora… eccoveli qui!
Il primo l’ho acquistato alla Feltrinelli di Torino insieme alla carissima Morna del blog Forgotten pages e alla mia sorellina e gemellina di blog Yvaine. Gli ultimi tre invece mi soo stati regalati proprio da Yvaine per Natale!

 
Trama:
E’ il 1945. La seconda guerra mondiale finalmente è terminata, e Claire Randall, un’infermiera militare inglese, dopo sette anni di lontananza, si ritrova con il marito nelle Highlands scozzesi, per trascorrere una romantica seconda luna di miele. Ma durante una passeggiata solitaria, visitando un antico circolo di pietre, la giovane donna si ritrova misteriosamente catapultata in un’altra epoca, di colpo straniera in una Scozia settecentesca, dilaniata dalla guerra e dai conflitti tra clan. Negli altopiani più selvaggi e desolati, tra streghe e inquisitori, Claire si troverà coinvolta in intrighi e pericoli che metteranno a rischio non soltanto la sua vita ma anche il suo cuore. E l’incontro con un giovane e carismatico cavaliere scozzese la costringeràr a una scelta radicale, tra due uomini e… due destini.

Incipit:
Non sembrava un posto da cui la gente potesse scomparire, almeno a prima vista. La pensione di Mrs. Baird era simile ad altri mille bed and breakfast, nel 1945: pulita e tranquilla, con la sua brava carta da parati stinta, i pavimenti tirati a lucido e il boiler a gettone nel bagno.


Trama:
È una limpida mattina del 1484 e Joan Serra sta giocando a indovinare le forme delle nuvole che macchiano il cielo. Più in basso, una sagoma ben più minacciosa solca il limpido mare della cala di Llafranc: una galea corsara sta per assaltare il piccolo borgo di pescatori in cui Joan è nato, dodici anni prima. Suo padre, Ramon, muore difendendo la famiglia dagli assalitori, ma non riesce a impedire il rapimento della moglie e della figlia. Le sue ultime parole sono indirizzate a Joan: "Promettimi che sarai libero..." Straziato dal dolore e dalla rabbia, il ragazzo è costretto a cercare fortuna a Barcellona, dove trova lavoro in una nota bottega di amanuensi e rilegatori, ignaro delle insidie nascoste tra le eleganti lettere che tanto lo affascinano. Un fascino insidioso pari a quello delle strade variopinte e chiassose della città, dove Joan conosce Anna, figlia di un orafo ebreo, e se ne innamora perdutamente. Un amore che equivale a una condanna in un mondo in cui le barriere sociali ed economiche sembrano invalicabili e dove la morsa del Santo Offizio si stringe, sempre più feroce, attorno ai pochi, profondissimi affetti che Joan si è conquistato, mettendo a rischio la sua stessa vita e la promessa che si è impegnato a onorare...  

Incipit:

Joan era sdraiato sul pendio della montagna a guardare un’alba luminosa. Non sapeva che quello sarebbe stato il suo ultimo giorno da bambino.
“Guarda” gli disse suo padre indicandogli qualcosa, verso il mare. E il piccolo osservò gli uccelli bianchi che, gracchiando si alzavano sugli scogli, con le ali tese, senza quasi muoverle.



Trama:
Peter ha undici anni, o dodici, o tredici... dipende dalla persona che si trova davanti. In ogni caso, lui ha un anno in più. E sputa sempre più lontano di tutti, quindi è il capo. Viveva al Ricovero per Ragazzi Testardi St Norbert, e non gli piaceva affatto, ma il veliero su cui viene imbarcato a forza gli piace anche meno. Molly ha dodici anni, o forse quattordici. Tredici di sicuro no, perché nella sua famiglia si compiono soltanto gli anni pari. È afflitta dall'ingombrante presenza della signora Bumbrake, la sua governante, insieme alla quale viaggia sull'Isola che non c'è, un'autentica fogna galleggiante. La stessa su cui viaggia Peter. La stessa su cui alla partenza è stato caricato un misterioso forziere, enorme, pesante, coperto da un telo... perché nessuno deve toccarlo. Per nessuna ragione. Ma i segreti sono fatti per essere svelati e la curiosità dei passeggeri è tanta. Soprattutto dopo che qualcuno, che "per caso" ha sfiorato il legno del forziere, si è trovato a fluttuare nell'aria, in un'aura di dolcezza, calore, meraviglia...

Incipit:
La carrozza vecchia e stanca, tirata da due cavalli altrettanto vecchi e stanchi, avanzava gemendo sulla banchina; traballando sulle assi dissestate, le sue ruote cigolanti svegliarono Peter da un sonno agitato. L’abitacolo, caldo e mal ventilato, tratteneva il cattivo odore emanato da cinque ragazzini e da un uomo piuttosto massiccio, nessuno dei quali amava particolarmente il contatto con acqua e sapone.


Trama:
Inghilterra, 1321. Il gufo è stato gettato sulla soglia di casa sua, morto; gli occhi sbarrati sembrano accusarlo. Giles conosce il significato di quel macabro dono, sa che è ben più di un avvertimento: i Maestri Oscuri stanno per venire a prenderlo, per assalirlo nella foresta o nel suo letto. Lo puniranno per i suoi peccati. Dopo qualche settimana di terrore, infatti, un gruppo di uomini con i mantelli scuri lo accerchia, i visi nascosti da maschere da gufo. Lo agguantano, lo feriscono e lo portano via, per sempre. Giles viene sacrificato agli dei, il giorno della fiera del primo maggio, perché non è stato in grado di resistere alle tentazioni. Nessuno nel villaggio ha mai osato opporsi agli atroci soprusi perpetrati dall'antica setta. Da qualche anno, però, è giunto dal nord della Francia un gruppo di donne, le seguaci di Marta, con l'intento di stabilirsi a Ulewic e di portarvi un messaggio di pace. Sono loro le prime a sollevarsi in difesa dei deboli. Quando i Maestri si accorgono dell'influenza che le straniere cominciano ad avere sulla gente, capiscono che quelle che erano sembrate delle innocue religiose potrebbero trasformarsi in una minaccia al loro potere. C'è un unico modo per eliminarle: farle diventare agli occhi del popolo l'incarnazione di ciò che più teme. Saranno accusate di essere delle streghe, di aver ucciso gli animali e distrutto i raccolti, uniche ricchezze dei contadini, di aver portato il più terribile dei mali: la peste.  

Incipit:

Giles sapeva che, prima o poi, sarebbero venuti a prenderlo. Non sapeva dove né quando, né quale castigo gli avrebbero inflitto, ma sapeva che sarebbe accaduto. Avevano lasciato un gufo morto davanti alla porta della sua capanna, nel cuore della notte. Lui non li aveva sentiti, ma nessuno mai li sentiva. 

Con questo è tutto, cari lettori! A presto!

 
 

 

3 commenti:

  1. Ciao bella! Natale passato bene, e tu? Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  2. hihihi la nostra incursione in libreria ha portato i suoi frutti. Vedrai che ti piacerà La Straniera, poi mi dirai!! ;)Bravissima Yvaine che ha scelto proprio dei bei libri, tra tutti mi incuriosisce tantissimo I maestri oscuri :)
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...