Etichette

martedì 20 dicembre 2011

Teaser Tuesday # 12: "Hyperversum" di Cecilia Randall


Buongiorno!
Eccoci arrivati al dodicesimo appuntamento con la rubrica Teaser Tuesday dedicata agli estratti dei libri!
Prima di presentarvi il Teaser di oggi, ricordo a chi ancora non li sapesse gli ingredienti di questa rubrica:

- il libro che stai leggendo
- una pagina aperta a caso
- copiane un pezzo evitando accuratamente gli spoiler
- rivelare autore e titolo del libro


Il libro dal quale ho estratto il Teaser di oggi è "Hyperversum" di Cecilia Randall:


Ian si fermò aggrappandosi al tronco di un albero nero. Ormai non ce la faceva davvero più a proseguire. Era senza fiato, aveva freddo e si sentiva debolissimo. Sulla schiena, la camicia era bagnata di sangue e sudore.
Davanti a lui, tra gli alberi fitti, il giovane intravide lo scintillio del fiume.
"Allons! Vite!" (= Andiamo!Presto!) lo esortò la ragazza francese. "Non ppossiamo fermarci proprio adesso!"
Ian non le rispose e si lasciò condurre per mano per gli ultimi metri, fino al limitare degli alberi. Barcollava stordito, senza più forze.
"Ecco il pontile!" sussurrò la ragazza, indicando davanti a sè, e si fermò con cautela prima di procedere allo scoperto. Le barche dondolavano pigramente nell'acqua. La baracca del guardiano era spalancata e buia. La porta sembrava sfondata dall'interno. Intorno non si vedevano uomini o animali. 
"Il guardiano non c'è, strano" sussurrò la ragazza, messa in allarme.
"Forse è stato attirato dal casino che abbiamo fatto al villaggio" commentò Ian, laconico.
Lei si voltò a guardarlo perplessa e Ian intuì che non aveva capito il significato di tutte le parole inglesi che lui aveva pronunciato. "Non restiamo ad aspettare che torni" le disse per incitarla a proseguire.
"La ragazza annuì e corse verso il molo. Ian dovette attendere prima di seguirla. Le gambe non lo reggevano più e il giovane temette persino di cadere lì, senza riuscire a percorrere quei pochi, ultimi metri. Rimase appoggiato a un tronco, nel buio.
Devo farcela, dannazione! si disse, stringendo i denti.
Qualcosa si mosse nell'oscurità e attirò la sua attenzione. Ian aguzzò la vista e notò un cavallo senza cavaliere, fermo tra alcuni alberi poco lontani. Sentì un brivido, quando vide la sagoma scura di un uomo sbucare da dietro la baracca del custode per sorprendere la ragazza sul pontile. 
"Ti ho preso, ladra di barche!" esclamò l'uomo in francese, fermandosi dietro alla ragazza china su una barca per scioglierne i nodi. La ragazza sussultò con uno strillo, ma non riuscì a risollevarsi per mettersi in salvo. L'uomo la colpì con un calcio violento nel fianco, che la gettò giù dal pontile.
"Adesso vengo a prenderti, mi diverto con te, poi ti affogo e ti spedisco all'inferno!" minacciò, brandendo una mazza di ferro verso l'acqua dov'era caduta la ragazza.
Si girò per ripercorrere il pontile verso la riva, ma si trovò faccia a faccia con Ian. 
"Vacci prima tu!" gli ringhiò il giovane e colpì con tutta la forza che aveva. Tenne la spada con entrambe le mani, ma girata di piatto, come se fosse una mazza da baseball più che una lama, e centrò l'uomo alla tempia. 
Il guardiano cadde svenuto e ferito, senza un gemito. Ian cadde son lui, sbilanciato dal movimento violento. Con la forza della disperazione il giovane si risollevò sui gomiti e strisciò fino all'orlo del pontile per guardare giù. 
La francese era lì sotto e si aggrappava a una barca, cercando di resistere alla corrente. 
"... non so nuotare!" gemette terrorizzata e allo stremo, vedendo l'americano affacciarsi sul pontile. "Aiutatemi!"
"... tieni duro..." ansimò Ian.
Gettò la spada nella barca e vi si trascinò dentro a sua volta. Senza sapere come, riuscì a sporgersi oltre il bordo e afferrò il braccio della ragazza, poi con uno sforzo che sembrò lacerargli tutti i muscoli del dorso issò la francese nell'imbarcazione. 

(pagg. 104-105)

3 commenti:

  1. Sembra interessante da questo pezzo che hai riportato :)

    RispondiElimina
  2. Non ho mai letto questo libro! ottimo spunto per una nuova lettura! A presto...Sibilla

    RispondiElimina
  3. Sono contenta che il teaser vi sia piaciuto... e io che pensavo che questo pezzo non rendesse abbastanza! Ho letto questo libro quando avevo 16 anni, a distanza di cinque anni l'ho iniziato di nuovo e mi ricordo che mi era piaciuto davvero molto!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...