Etichette

venerdì 23 dicembre 2011

Mondo di Cristallo # 6: l'Ametista



Bentornati! Siamo giunti già al sesto appuntamento di questa rubrica...
Questo venerdì vorrei parlarvi di una pietra molto importante nella cristalloterapia, e cioè l'Ametista.

STORIA E CURIOSITA':
 Il nome di questa pietra deriva dal greco "amethystos", che significa "non ebbro". Il motivo di questo nome insolito deriva dal fatto che si attribuiva a questa pietra il potere di far rimanere sobria la persona che lo portava con sè, pertanto veniva molto utilizzata nelle feste dedicate al dio Bacco. Nella mitologia, Ametista era una ninfa amata dallo stesso Bacco che, per sfuggirgli, fu trasformata da Artemide in una pietra color del vino.
Durante il Medioevo l'ametista diviene più costosa del diamante e veniva utilizzata dall'alto clero e dalla nobiltà; sono un esempio gli anelli dei cardinali, dei re, dei duchi, che indossavano questa pietra come simbolo del potere assoluto. Sempre nel Medioevo si credeva che l'Ametista portasse felicità coniugale; per questo motivo durante i matrimoni tra due persone di alto ceto sociale, gli sposi usavano baciare l'anello di Ametista del vescovo che officiava la cerimonia. Le madri donavano queste pietre ai figli che partivano per la guerra come protezione. Quando nasceva un bambino gli si donava un'ametista per dare forza al suo Angelo Custode e proteggerlo dalle malattie e dal malocchio.
L'Ametista era il talismano preferito dagli antichi Sumeri; molti sono stati i ritrovamenti di questa pietra negli scavi archeologici. Secondo la Kabbalah ebraica questa pietra rappresentava la base, l'unica, sulla quale si poteva scrivere il nome di Dio. Plinio il Vecchio sosteneva che questa pietra proteggesse dai veleni, dalle tempeste e dalle invasioni delle cavallette.
Recentemente, i connotati associati a questo cristallo sono diventati negativi; c'è un detto che assicura: "Ametista, vita trista!". Con ogni probabilità questo è dovuto al fatto che nel teatro il colore viola porta sfortuna. Come vedremo tra poco, questo detto è facilmente sfatabile, visto e considerato il grande potere benevolo di questa pietra.

PROPRIETA':
E' un cristallo fondamentale nel processo di elevazione spirituale. Rende lucidi e razionali, protegge dagli inganni e dalla cattiveria altrui, favorisce la chiaroveggenza, le percezioni extrasensoriali e la capacità di fare sogni premonitori, allontanando gli incubi. Simboleggia l'umiltà, allontana l'egocentrismo, offre pace interiore e consola dalle sofferenze, tant'è che nell'antichità veniva regalata un'Ametista a chi aveva perso un proprio caro. Elimina le inquietudini e stimola la fiducia in se stessi. Quando l'ametista si rompe è perchè ha attirato su di sè qualcosa di terribile che avrebbe dovuto colpirci. Disperde lo scetticismo, la freddezza e l'indifferenza, mentre risveglia la pazienza e fa acquisire a chi la possiede un carattere sereno e fiducioso. Emette vibrazioni positive, messaggi, insegnamenti e avvisi di prudenza con grande chiarezza. Aiuta ad ascoltare la propria voce interiore. Normalmente, chi la porta è solito sviluppare un grande amore verso di essa; può accadere spesso che il suo possessore stia per dimenticarsela nell'uscire di casa e si senta chiamare attraverso l'intuizione, ricordandosi di prenderla con sè. Essa è infatti la ppietra dei 'buoni consigli', poichè protegge dagli incidenti e dalle malattie e avvisa il suo proprietario sulle persone che possono fargli del male.
A seconda delle persone, può incrementare le capacità psichiche ed essere usata per le regressioni nelle vite passate. Può essere usata per superare fasi di crisi depressiva e per facilitare la guarigione di ferite emotive profonde. 
Una drusa di ametista irradia una potente azione purificatrice sia in un ambiente che sull'aura di coloro che lo frequentano.

PURIFICAZIONE:
L'Ametista può essere scaricata sotto l'acqua corrente o sotto i raggi della luna piena. Ai raggi del sole potrebbe scolorirsi. Un geode di Ametista può purificare a sua volta gli altri cristalli con cui viene a contatto, basta porvi sopra la pietra che si vuole purificare.


Fonti:

- http://www.viviamoinpositivo.org/salute/cristallo/viola.htm

- http://lepietredimagda.wordpress.com/2009/04/05/ametista-storia-magia-leggenda-e-orecchini-bislunghi/

http://www.aquavita.it/page118/page118.html

- "La Wicca - manuale della strega buona", Laura Rangoni, ed. Xenia tascabili

- http://www.reiki.info/Energie/Cristalli/Quarzo-Ametista.htm

5 commenti:

  1. Molto affascinante anche l'ametista!
    Se non ci dovessimo risentire, ti auguro un buonissimo Natale Mirial!
    A presto :)

    RispondiElimina
  2. è una delle mie pietre preferite! è splendida! Ha dei colori e dei riflessi splendidi!
    Ti auguro delle serene festività!
    A presto...Sibilla

    RispondiElimina
  3. @Melinda: davvero affascinante, sì! Tantissimi auguri di buon Natale anche a te!

    @Sibilla: è anche la mia pietra preferita! Tantissimi AUguri di buone feste anche a te!

    RispondiElimina
  4. Questa è la mia pietra!Bellissima recensione, se così possiamo definirla, brava! Ho scoperto cose che non sapevo, ti ringrazio!

    RispondiElimina
  5. E' anche la mia ^^ Sono contenta ti sia piaciuto il post =)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...