Etichette

martedì 13 settembre 2011

Teaser Tuesday # 1: "La Compagnia dell'Anello"

Ebbene sì, alla fine questa celeberrima rubrica è arrivata anche su questo blog! La personcina che mi ha messo la pulce nell'orecchio per questa rubrica è nientepopodimeno che Yvaine de Il Pozzo dei Sussurri!


Gli ingredienti di questa rubrica sono:
- il libro che stai leggendo
- una pagina aperta a caso
- copiane un pezzo evitando accuratamente gli spoiler
- rivelare l'autore e il titolo del libro

Il libro che sto leggendo è "Il Signore degli Anelli - La Compagnia dell'Anello" di J.R.R. Tolkien.



Il salone della casa di Elrond era pieno di gente, per la maggior parte Elfi, salvo qualche altro invitato di diversa stirpe. Elrond, secondo le sue abitudini, sedeva in un grande seggio a un'estremità della lunga tavola e aveva da un lato Glorfindel e dall'altro Gandalf.
Lo sguardo di Frodo era pieno di meraviglia, poichè mai aveva visto Elrond, di cui tante storie parlavano; seduti alla sua destra e alla sua sinistra, Glorfindel e Gandalf, ch'egli credeva di conoscere tanto bene, si rivelavano in tutto lo splendore della loro dignità e del loro potere. 
Gandalf era più basso degli altri due, ma la lunga chioma bianca, la folta barba d'argento e le spalle possenti facevano pensare a qualche saggio re delle antiche leggende. Nel viso segnato dagli anni, gli occhi incastonati sotto le fitte sopracciglia nevose parevano carboni pronti ad accendersi.
Glorfindel era alto e dritto; i capelli d'oro luccicavano, e il viso era bello e giovane e impavido e pieno di gioia; gli occhi appassionati brillavano e la voce era soave come musica; in fronte portava saggezza e in mano vigore.
Il volto di Elrond non aveva età, non era nè vecchio nè giovane, eppure recava vivo il ricordo di molte cose tristi e di molte felici. I capelli erano scuri come le ombre del crepuscolo, e in testa portava un cerchietto d'argento; nei grigi occhi limpidi scintillavano miriadi di stelle. Venerabile come un re coronato da molti inverni, eppur vigoroso come un eroico guerriero nella pienezza delle sue forze: egli era il Signore di Gran Burrone, potente tanto tra gli Elfi che tra gli Uomini.

(pag.302 della trilogia completa)

Al prossimo martedì!

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...