Etichette

giovedì 24 aprile 2014

Il Gufo Postino # 56


Bentornati in questa Foresta Incanta, creature del bosco!
Torno sul blog con questa rubrica, che altro non è che la mia versione di "In my mailbox". Per chi ancora non la conoscesse, ecco di cosa si tratta: il Gufo Postino consiste nel presentare i libri acquistati, regalati, prestati o ricevuti.... per rendere più accattivante la presentazione, io e la mia sorellina Yvaine del blog Il Pozzo dei Sussurri abbiamo pensato di lasciarvi, insieme alla trama, anche l'incipit dei libri in questione, di modo da darvi un piccolo assaggino ^^ La rubrica verrà postata da me il giovedì, ovviamente i giovedì in cui il Gufo Postino mi avrà mandato qualcosa =)

Ecco cosa mi ha portato ultimamente il Gufo Postino, in occasione del mio compleanno ^_^

Trama
«Un ragazzo sale su di un albero, si arrampica tra i rami, passa da una pianta all'altra, decide che non scenderà più. L'Autore di questo libro non ha fatto che sviluppare questa semplice immagine e portarla alle estreme conseguenze: il protagonista trascorre l'intera vita sugli alberi, una vita tutt'altro che monotona, anzi: piena d'avventure, e tutt'altro che da eremita, però sempre mantenendo tra sé e i suoi simili questa minima ma invalicabile distanza. Ne è nato un libro ... che sfugge a ogni definizione precisa, così come il protagonista salta da un ramo di leccio a quello d'un carrubo e resta più inafferrabile d'un animale selvatico. Il vero modo d'accostarci a questo libro è quindi quello di considerarlo una specie di Alice nel paese delle meraviglie o di Peter Pan o di Barone di Münchhausen, cioè di riconoscerne la filiazione da quei classici dell'umorismo poetico e fantastico.»

Incipit:
Fu il 15 giugno del 1767 che Cosimo Piovasco di Rondò, mio fratello, sedette per l'ultima volta in mezzo a noi. Ricordo come fosse oggi. Eravamo nella nostra villa d'Ombrosa, le finestre inquadravano i folti rami del grande elce del parco.





Per questo libro ringrazio infinitamente Angelica del blog Il Castello tra le Nuvole per avermelo inviato =)

Trama:
Le quattro avventure classiche dei personaggi di Boscodirovo pubblicate in un formato tascabile.

Incipit
Era un'estate molto calda.
Ogni giorno il sole saliva alto nel cielo azzurro e le distese dei campi luccicavano nella calura. La siepe era immersa in una calma assonnata. La maggior parte dei topolini preferiva rimanere nelle casette ombrose per trovare un po' di refrigerio. Fuori di casa il posto migliore era giù, vicino al ruscello. I topolini si trovavano lì nel pomeriggio, si sedevano sulla riva ombrosa e lasciavano penzolare zampe e code nell'acqua chiara.

Per questi seguenti due libri ringrazio la carissima Reina del blog Il Portale Segreto, non la ringrazierò mai abbastanza per i bei regali che mi ha fatto =,)

Trama:
Viviamo in un mondo che non rispetta più la natura e i suoi abitanti, neppure l’essere umano. Stiamo arrivando a un bivio, e imboccando il sentiero sbagliato potremmo andare incontro a un periodo di grandi calamità. Cosa possiamo fare concretamente per evitare tutto ciò? Come possiamo intervenire sulle sorti del pianeta attraverso il nostro limitato raggio d’azione? Una risposta possibile sta proprio nell’intraprendere Il Sentiero della Terra insieme a Starhawk! L’autrice, nota anche per la sua attività di protesta civile in difesa della Terra, ci spiega in maniera concreta e pratica, come intervenire nella propria vita per cambiare in meglio quella del pianeta e quella di tutti noi. Il Sentiero della Terra è ricco di esercizi da svolgere singolarmente o in gruppo ma anche di incantesimi, canti e meditazioni. È inoltre corredato da numerosi consigli pratici che riguardano la coltivazione e la riattivazione della vitalità della Terra, sia che viviamo in campagna, e quindi con grandi spazi a disposizione, sia che abitiamo in città e che abbiamo come unica risorsa “verde” solo un piccolo giardino o un balcone, o addirittura il parco pubblico. Sempre in quest’ottica, vengono fornite numerose indicazioni riguardanti il riciclaggio dei rifiuti e dell’acqua, da sempre uno dei beni più preziosi per la vita, che richiede la nostra massima attenzione per essere protetta dalle speculazioni delle multinazionali oggi in cerca di ogni sistema per privatizzarla. Parallelamente l’autrice ci indica un sentiero interiore da percorrere, basato sulle tradizioni pagane e le pratiche sciamaniche, che ci permetterà di aprire gli occhi sul mondo circostante in maniera nuova e ci insegnerà a rispettare il delicato equilibrio naturale re-imparando a vivere in simbiosi con tutti gli elementi: la Terra, l’Acqua, l’Aria e il Fuoco. Un libro di grande attualità che ci indica come agire in maniera intelligente, equilibrata e olistica e che ci ricorda l’importanza di assumerci la nostra parte di responsabilità riguardo alle sorti del mondo.

Incipit:
E' quasi il tramonto di una calda giornata di luglio e mi ritrovo sulla cima di una collina, tra le montagne della costa della California. Insieme ai miei vicini, mi sto recando a un rituale di protezione dal fuoco. 
Le nostre case e la nostra terra sono a rischio di incendio per tutta l'estate; durante l'inverno, se l'annata è buona, cadono dai due ai tre metri di pioggia, e gli alberi, l'erba e i cespugli crescono alti e vigorosi.



Trama:
C'è un campo, la Base, dove crescono i bambini senza ricordi o memoria. Tra loro c'è un gruppo più vivace, composto da Hana, capo del Guscio, dura e metodica, Dudu, sempre attento e guardingo, Glor, grande e goffo, Cranach, il più lento di tutti, Orla, la più piccola, e infine ZeroSette, l'ultimo arrivato. C'è anche Tom, ma lui appare diverso: si perde in mille pensieri e a volte sente riaffiorare un Coccio, un frammento di vita passata. Un giorno convince i ragazzi a spingersi nel bosco per esplorare il mondo di fuori. Porta con sé un libro di fiabe appena ritrovato, che comincia a leggere ad alta voce suscitando emozioni e curiosità. Ma ben presto nel gruppo si alterneranno rivalità e gelosie, scoperte e amori: tutto seguito da lontano da Jonas, addetto al sistema di controllo del campo, che in realtà ha programmato una fuga. Così, quasi per incanto, quel libro e quella lettura doneranno a ognuno di loro un filo di speranza e gioia. Una storia sospesa in un limbo spaziale e temporale, poetica, dolente, che scava negli animi dei ragazzi, esplorandone i sentimenti.

Incipit:
"E' arrivato uno nuovo" annunciò Glor correndo giù dalla collina. Gli altri sedevano in cerchio e giocavano a ossi. Non vinceva nessuno; ognuno giocava per conto suo. Però stavano vicini.
Hana fu la prima ad abbandonare il gioco. Depose a terra i suoi ossicini bianchi e alzò gli occhi verso di lui: "Che numero?"
"Non saprei" disse Glor, esitante.


Dato che, come alcuni di voi sapranno, sto frequentando un corso di francese, la mia sorellina Yvaine del blog Il Pozzo dei Sussurri ha pensato di regalarmi il libro di Frozen in francese, per aiutarmi ad impararlo! Un'ottima idea devo dire =)


Trama:
La Reine des Neiges a plongé le royaume d'Arendelle dans un hiver éternel. Sa soeur, la princesse Anna, se lance à sa recherche pour la convaincre de briser le sortilège. Mais en chemin, elle devra affronter de terribles dangers... Anna parviendra-t-elle à sauver son royaume et à retrouver l'amour de sa soeur ? 

Incipit:
Bienvenue au royame d'Arendelle! Nichée au coeur d'une vallée nordique, la paisible citadelle s'élève sur les bords d'un fjord à l'eau limpide. Le Chateau royale domine le village entouré de montagnes aux pics enneigés, où travaillent sans relache les récolteurs de glace. Kristoff reve de les rojoindre, quand il sera grand.



Voi che ne pensate?  Li conoscete?

2 commenti:

  1. ciao
    conosco solo il barone rampante di Italo Calvino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sto leggendo in questi giorni, mi sta piacendo ^_^

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...