Etichette

giovedì 7 marzo 2013

Recensione: "Toccare i libri" di Jeùs Marchamalo


Bentornate nella mia Foresta Incantata, creature del bosco! Torno con una piccola recensione, che spero possa piacervi. Dopo la lettura di questo libricino ho deciso di creare un meme ad esso ispirato, ve lo poporrò nei prossimi giorni, quindi tenetevi aggiornati!



Autore: Jesùs Marchamalo
Editore: Ponte alle Grazie
Pagine: 61
Prezzo: 8,00 euro

Trama: Se vi piace toccare i libri, e lo state facendo anche ora, sapete di cosa parliamo. Libri. Da leggere, da sfogliare, da desiderare e da possedere, da perdere, prestare e regalare. Libri da contare, da sistemare, da classificare. Amici per una vita o incontri di un solo giorno, ricordati per sempre o subito dimenticati; libri illeggibili, letti e riletti... Nella passeggiata lungo queste pagine incontriamo tanti lettori illustri, curiosiamo nelle loro biblioteche e veniamo a sapere delle loro buone e cattive abitudini di lettura, talvolta così simili alle nostre. Quanti libri è possibile leggere in una vita? In che modo disporli? Come fare quando sono troppi? Ci piacciono di più tenuti come nuovi o un po' maltrattati? Bisogna davvero leggerli tutti, o certi sono fatti apposta per non esserlo? Jesús Marchamalo racconta gli intrecci e i personaggi della grande storia d'amore fra libri e lettori con la divertita partecipazione di un innamorato che la sa lunga, e argutamente ci ricorda che come tutte le passioni, anche questa dev'essere assaporata con un po' di sana ironia.  

Voto:
Recensione:

Se siete amanti della lettura, se non potete fare a meno dei libri, se li trattate come fossero preziosissimi tesori, allora questo libricino farà certamente al caso vostro. Io l'ho scoperto per caso su aNobii, l'ho aggiunto in wishlist e pochi giorni dopo l'ho ricevuto in regalo per posta. Le sue pagine si leggono in poco tempo e durante la lettura mi scappava un sorrisetto complice nei confroni dell'autore.
"Toccare i libri - Una passeggiata romantica e sensuale tra le pagine" è un libro per bibliofili nel quale troverete non solo le abitudini comuni a molti dei lettori del mondo, ma anche quelle di lettori illustri, come Hemingway, Suskind e molti altri. L'autore si pone molte delle domande che accomunano noi lettori incalliti: dove mettere i libri di troppo? Che fare quando in casa non c'è più posto? Come disporli sugli scaffali? E ancora: quali sono le abitudini più bizzarre dei lettori nei confronti dei loro amati libri? Perchè teniamo tanto ai nostri volumi?
Dopo aver preso in considerazione lo spazio che i libri possono occupare tra gli scaffali casalinghi, Il saggio, perchè di questo si tratta, inizia con un'affermazione da parte dell'autore: "Si dice che da una libreria  si riesca a tracciare un preciso identikit del suo proprietario". Ed ecco che da qui scaturisce una riflessione, che ci porterà a domandarci quanto un estraneo possa comprendere di noi tramite i nostri libri. Le librerie di casa sono piene di libri letti e non, di libri acquistati anche solo per capriccio e che non leggeremo mai, di libri che abbiamo preso con la speranza di leggerli, ma poi irrimediabilmente sono finiti nel dimenticatoio, il loro tempo è passato e non li leggeremo mai più. Ebbene, anche quei libri parlano di noi, delle nostre speranze vanificate negli anni, dei nostri progetti, di quello che saremmo voluti diventare.
L'autore passa poi in rassegna le librerie di scrittori famosi, spiegandoci in che modo essi sistemavano i loro libri sugli scaffali, quanti ne possedevano e come li consideravano. Sono rimasta stupita nel venire a sapere che la libreria di Hemingway constava di circa 9.000 volumi e che egli stesso, non sapendo più dove tenerli, prima di poter comprare un libro nuovo doveva sbarazzarsi di un altro seguendo una procedura piuttosto calcolata. Un altro scrittore famoso aveva la casa talmente piena di libri da non riuscire più a contenerli sugli scaffali, motivo per cui i corridoi di casa sua traboccavano di volumi, così come anche il tavolo della cucina, la credenza e... persino la vasca da bagno! Qualcun altro, non volendo separarsi dei propri libri, si è visto costretto a dover comprare una seconda casa che potesse contenerli tutti. Ma ci sono esempi anche di lettori più profani, che tenevano uno o due libri al massimo in casa, leggendo libri di biblioteche o prestati da amici, altri ancora che ogni volta che leggono un libro ne strappano le pagine già lette gettandole dal finestrino di un treno in movimento...
Insomma, ce n'è davvero per tutti i gusti, e leggendo questo libro non potrete fare a meno di ritrovarvi in almeno uno degli esempi citati dall'autore, e di sorridere della vostra bibliofilia, che qui viene celebrata con toni comici ed ironici.
Il voto che do a questo libro è di 3 stelline e mezzo non perchè non mi sia piaciuto, ho trascorso minuti piacevoli in sua compagnia, ma mi aspettavo qualcosa di più. Avvicinatevi a questo volumetto senza particolari pretese dunque, con spensieratezza, e lasciatevi trasportare dalle parole dell'autore.
Consigliato  a tutti gli amanti dei libri che desiderano una lettura leggera da divorare sotto l'ombrellone su una spiaggia o da gustarsi sotto le coperte in una giornata umida e uggiosa.



4 commenti:

  1. Nonostante la sua semplicità, dalle tue parole questo libricino mi sembra un piccolo gioiello da tenere a portata di mano!
    Wow... addirittura comprare una seconda casa per riporre i libri mi sembra esagerato, ma non riuscirei nemmeno a fare come Hemingway e buttarli via... mi vengono i brividi solo a pensarci!!!
    Probabilmente anche io inizierò a riporre i libri nella vasca, in frigorifero, nel forno (spento!), ecc.
    Comunque ero già molto curiosa di queso saggio e tu mi hai convina.... sarà mio ^_^
    P.s. Anche io sono super convinta che si possa comprendere moltissimo di una persona osservando la sua libreria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora grazie per avermelo regalato! Davvero carino e simpatico =D
      Sì, la casa in più è esagerata xD mia mamma sta già pensando di mandarmi fuori di casa con tutti i miei libri al seguito, non abbiamo più posto, manca ancora pochissimo =S
      Non perderti il Meme ispirato al libro che pubblicherò la prossima settimana allora, sarei contenta se partecipassi anche tu =)

      Elimina
    2. Non me lo perderò assolutamente!

      Elimina
  2. ciao
    mi segno il titolo del libro.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...