Etichette

lunedì 18 marzo 2013

Recensione: "Lo Spirito degli Alberi - Una chiave per la vostra espansione" di Fred Hageneder


Bentornate nella mia Foresta Incantata, creature del bosco!
E' da molto che vi parlo di questo magnifico libro, e finalmente riesco a postarvi la recensione. 
Ringrazio Clody del blog Locanda dei libri per avermelo fatto conoscere e la casa editrice Crisalide, con cui collaboro, e che me lo ha gentilmente inviato.
Avrei voluto fare una recensione speciale per un testo così meraviglioso, ma purtroppo per il momento dovrete accontentarvi di questa. Più avanti potrei però dedicare un post in più a "Lo Spirito degli Alberi", magari con un video ;)
Detto questo, non mi dilungo più e passo a recensirvelo!


Autore: Fred Hageneder
Editore: Crisalide
Collana: Uomo e Natura
Pagine: 433
Prezzo: 24,90 euro

Trama: Gli alberi sono una delle forme di vita più antiche della Terra, silenziosi testimoni dell’evoluzione dell’umanità e del passaggio del tempo. Siamo portati a dare per scontata la loro presenza nella nostra vita, inconsapevoli della loro fondamentale importanza nell’ecologia del pianeta, delle loro proprietà nutrizionali e terapeutiche e della misura in cui venivano venerati dai popoli antichi. Lo Spirito degli Alberi coglie tutti questi elementi in un’analisi olistica del mondo vegetale. La Prima Parte del libro, che ha un carattere scientifico, tratta dell’aspetto fisico degli alberi e di come essi interagiscono con la biosfera. Nella Seconda Parte, fondamentalmente storica, il lettore verrà accompagnato in un affascinante viaggio nel mondo degli alberi, che dal Neolitico, attraverso le varie culture, lo porterà fino ai nostri tempi. La Terza Parte è l’anima del libro. In essa viene trattato l’aspetto sacro e spirituale degli alberi. Vengono descritte ventiquattro fra le specie più comuni, con l’obbiettivo di sgombrare la visione del lettore e prepararla a percepire l’essere spirituale che dimora in ciascuna specie.

Voto:
Recensione:

Da quando ho scoperto "Lo Spirito degli Alberi" di Fred Hageneder non ho fatto altro che desiderarlo ardentemente, e adesso che ce l'ho tra le mani e che ho finito di leggerlo, so con certezza che non potrò più farne a meno. Sì, perchè considero questo libro alla stregua di una Bibbia Arborea. Come sapete, io ho un rapporto particolare con la Natura e con gli Alberi in particolare e questo testo, completo, professionale e ben documentato, ha saputo non solo consolidare molte delle mie supposizioni, ma anche arricchirmi come persona, sia sul piano culturale che su quello spirituale. Farò tesoro per sempre dei suoi insegnamenti interessantissimi e mai pesanti, spesso tecnici, ma mai veramente complicati.
Ho capito che questo libro era speciale sin dalle primissime pagine, quando l'autore ci introduce la sua opera spiegandoci cosa lo ha condotto a scrivere un manuale che avrebbe impiegato molto tempo, molti sforzi e altrettanti sacrifici per essere scritto e portato a compimento. Il motivo è semplice e accomuna sempre più persone oggigiorno (per fortuna): la voglia di gridare al mondo l'importanza degli Alberi e delle Foreste, che sono costantemente a rischio di estinzione, ma che sono fondamentali per regolare la vita di tutti gli esseri viventi sulla Terra, compresi noi piccoli egoisti esseri umani, che non sappiamo più ascoltare con il cuore nè vedere con l'anima ciò che si cela dietro alla dura corteccia e al tenero fogliame di un Albero.
Come si legge già nella trama, il libro è diviso in quattro sezioni:
- Gli alberi e il loro ambiente: è la parte più scientifica del libro. Qui ci vengono illustrati in modo chiaro e mai noioso i modi in cui gli alberi interagiscono con l'ambiente circostante. Ogni albero è fondamentale per regolare gli ecosistemi all'interno del bosco, e così lo sono gli animali, soprattutto quelli più cacciati dall'uomo, ovvero il lupo, il cinghiale e il capriolo. Sin dalle prime righe, l'autore scaglia la sua critica nei confronti degli interventi dell'uomo, spesso dannosi e distruttivi. Ci viene altresì spiegato come gli alberi reagiscano agli eventi atmosferici, al fuoco, al ghiaccio, e come essi influenzino il magnetismo terrestre, ma anche come vengano influenzati a loro volta dalle forze planetarie.
- Gli alberi nello spirito delle culture umane: questa seconda parte, molto ampia, ben approfondita e documentata, tratta di come sia cambiato e come si sia evoluto il rapporto uomo-albero. Vengono passate in rassegna con estrema minuzia le varie civiltà umane del passato, a cominciare dal Neolitico per arrivare fino all'avvento del Cristianesimo sino ai giorni nostri. Apprendiamo qui di come i popoli del passato venerassero la Natura e i suoi cicli, in particolar modo gli alberi, che venivano considerati come vere e proprie divinità dai nostri antenati, tant'è che i templi delle religioni pagane erano spesso boschi e foreste secolari. Furono i Romani a temere per primi le foreste, poichè esse erano venerate presso i Celti, popolazione che i Romani ritenevano "barbara". Con il Cristianesimo poi il legame con la Natura si spezzò definitivamente: sotto la croce della cristianità si distrussero le foreste sacre per sradicare insieme agli alberi il tanto odiato culto della Madre Terra.
- Incontrare gli alberi: è forse la parte che ho preferito di più, che ho sentito più mia. In questi capitoli, l'autore ci spiega come poter entrare in contatto con lo spirito degli alberi, con la loro essenza più genuina. Ci viene spiegato che alcuni periodi dell'anno sono più adatti per congiungerci con la Natura e sono rimasta sorpresa di constatare che alcune delle cose che ho sperimentato io stessa sono state in un certo modo provate anche scientificamente. L'autore ci presenta anche gli spiriti elementali, "gli architetti nascosti della Natura" (cit. pag. 239), passandoli velocemente in rassegna. Infine ci spiega come gli alberi possano comunicare con noi attraverso il loro aspetto.
- L'essenza degli alberi: in questa ultima parte l'autore elenca e schematizza gli alberi principali di cui ha avuto modo di parlare nelle pagine precedenti, servendosi in particolare di quelli presenti nell'alfabeto oghamico, che ci viene illustrato nella seconda parte del libro. I capitoli di questa ultima parte sono strutturati in modo ben preciso, e cioè basandosi sul pentagono alchemico. L'autore si riserva dal descrivere ricette sull'uso terapeutico delle varie parti delle piante da lui trattate perchè "per questo tipo di entusiasmo non ci sono abbastanza alberi per un mondo sovrappopolato." (cit. pag. 261)

Le varie parti del libro sono accompagnate da illustrazioni semplici ma efficaci, alcune di esse sono state realizzate dallo stesso autore, che di mestiere è pittore, grafico e suonatore d'arpa.
Gli Alberi ci vengono qui presentati come esseri viventi, e non come semplici e passive piante. Queste affascinanti creature, perchè di questo si tratta, eistono sin dall'alba dei tempi; alcune specie sono sopravvissute alle glaciazioni, altre si sono estinte, altre ancora si sono rafforzate, modificate con il tempo, proprio come è successo anche agli esseri umani e agli animali. Ho apprezzato molto la visione d'insieme che l'autore ha della Natura e delle Foreste, che ho sentito subito molto affine alla mia. 
Con questo libro mi sono emozionata, arrabbiata, incuriosita, stupita, meravigliata. Sto parlando di un saggio, di un manuale, non di un libro di narrativa! E questo può solo farvi comprendere quanto il linguaggio utilizzato dall'autore sia coinvolgente al punto giusto, scorrevole quando possibile e a tratti un po' più specifico.  
Gli argomenti trattati in questo splendido manuale non sono mai banali nè ridondanti, e vengono affrontati con serietà dall'autore che dimostra di avere un profondo rispetto per la Natura e per le popolazioni antiche che veneravano gli Alberi. Questi valori sono andati ormai perduti, ma l'intento di Fred Hageneder non è quello di criticare i comportamenti dell'uomo,  ma quello di sensibilizzare i lettori affinchè in futuro non si ripetano gli errori del passato e affichè l'uomo possa riavvicinarsi a quella Natura che stiamo barbaramente calpestando senza pietà. Dobbiamo ricordarci che è l'uomo a dipendere dalla terra e non viceversa, motivo per cui il nostro pianeta dovrebbe essere rispettato; purtroppo però, come afferma lo stesso autore, "buona parte della nostra cultura contemporanea deve prima distruggere le cose per rendersi conto di quanto belle e preziose siano" (cit. pag.74).
E' stato interessante e allo stesso tempo doloroso rendersi conto di come si sia evoluto il rapporto dell'uomo con gli alberi, così come è stato affascinante scoprire che tra gli alberi e i pianeti ci sono delle connessioni precise ed importanti che noi esseri umani però stiamo incrinando con l'inquinamento.
Vi consiglio vivamente questo testo, indispensabile per tutti gli amanti della Natura e per chi si interessa di mitologia, civiltà antiche e spiritualità. Dopo averlo letto non guarderete mai più agli alberi con gli stessi occhi di prima!
Il prezzo potrebbe sembrare eccessivo, ma in realtà vi assicuro che sono soldi ben spesi.
Per tutti i motivi sopra elencati e spiagati, capirete facilmente il motivo per cui ho deciso di dare cinque stelline a questo saggio, anche se a mio parere ne meriterebbe di più.
Per concludere questa recensione, vorrei lasciarvi un "video", che in realtà è solo parlato. A mio parere racchiude l'anima de "Lo Spirito degli alberi", quindi, eccovi qui il link:


Se volete leggere un piccolo estratto del libro, potete leggere il seguente post: 
Teaser Tuesday # 42







8 commenti:

  1. Bella recensione! Sono felice di averti fatto conoscere questo libro Mirial, che per te è diventato così importante :-)
    Da subito ho sentito delle vibrazioni positive, lo sapevo che non era una ciarlatanata...
    Chissà che un giorno non decida di leggerlo anche io! Per adesso mi dedico ai miei bei tomi sulla cultura celtica, poi vedermo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Clody per questa splendida scoperta! E' un libro che merita davvero, te lo consiglio se ti interessa l'argomento. richiede solo un po' di immaginazione a volte e una certa sensibilità, ma credo che non ti manchi nessuna delle due ;)

      Elimina
    2. Grazie tesoro ^^
      L'argomento mi interessa molto, ho anche un altro libro sugli alberi che mi aspetta da un pò... gli alberi, la natura, i fiori, le erbe... tutto mi affascina moltissimo!

      Elimina
    3. Uh! un altro libro? Qual è? Chissà che magari non mi streghi anche questo =P
      E come sempre, non mi stupisco che abbiamo gli stessi interessi!

      Elimina
  2. Bellissima recensione!! non conoscevo questo libro!! messo in lista!!!
    Sono sicura che piacerà molto anche a me!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mary! Sono contentissima di averti incuiriosita, è davvero un libro bellissimo!

      Elimina
  3. Recensione eccezionale!
    Più me ne parli più divento curioso, ora che ho letto la tua recensione non vedo l'ora di averlo tra le mani!
    Grande Mirial, a presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Sono contenta che la mia recensione ti abbia entusiasmato =D Fammi sapere come la penserai quando lo avrai letto ;)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...