Etichette

lunedì 26 maggio 2014

Che fine ha fatto Mirial?

No, questa non é una nuova puntata virtuale di "Chi l'ha visto" xD
Bentornati nella mia Foresta Incantata, cari lettori! Vi scrivo per spiegarvi le motivazioni della mia dipartita e per raccontarvi realmente quello che mi sta accadendo nelle ultime settimane.
Non mi sono dimenticata di voi, tutt'altro! Il mio blog e i miei lettori sono costantemente nei miei pensieri, e non sapete quanto io mi senti terribilmente in colpa per avervi abbandonati senza nessuna spiegazione. Purtroppo (o per fortuna) i miei impegni sono davvero tanti di recente e non riesco a stare dietro ad ogni cosa come vorrei. Mi tocca dunque mettere da parte alcune cose, accantonarle, nella speranza di poterle riprendere al più presto e con la dovuta calma.
Avrete notato la mia assenza sul blog nell'ultimo mese, i post si sono notevolmente diradati. Ammetto di aver pensato più volte a prendermi una pausa per poter riorganizzare tutto, per potermi dedicare ai miei impegni personali e tornare sul blog una volta libera e spensierata. Però sono una persona testarda, ci tengo a voler portare avanti gli impegni presi e a non deludere le persone che mi leggono e mi conoscono, e così ho tentato di mantenere attivo il blog, pur con qualche lacuna negli appuntamenti settimanali che mi ero prefissata di proporvi. I post sono diminuiti sempre di più e a questo punto urgeva una decisione: ho deciso di prendermi una pausa a tutti gli effetti dal blog. Ovviamente non si tratta di un addio, né di un abbandono; voglio solo prendermi il tempo necessario per poter tornare carica e desiderosa di scrivere in questo magico angolino come lo ero fino a qualche mese fa. E' una decisione sofferta, la mia, purtroppo però non vedo altre soluzioni possibili. Premetto che non so quanto Sogni di una notte di Luna piena resterà fermo, spero solo che sarete ancora qui ad aspettarmi al mio ritorno ;)
Prima di salutarvi, però, voglio raccontarvi i motivi che mi tengono e mi terranno ancora lontana dal blog.
Come sapete, ho finalmente pubblicato il mio primo romanzo, e questo mi sta portando via del tempo: tra presentazioni da organizzare, appuntamenti con la casa editrice, tour delle librerie e contatti con persone interessate al romanzo, il tempo vola via che é una meraviglia! Sono stata via tre giorni per il Salone Internazionale del Libro e, come immaginerete, sono tornata più stanca di quando ero partita. A questo punto urgeva una vacanza, di quelle vere e proprie, e così non ho esitato a fare le valigie per immergermi per quattro giorni nel mio paradiso: la Valle Maira (vi lascio qui a fianco una foto ricordo). 
Sono stati giorni intensi e meravigliosi, la montagna, i boschi e gli animali selvatici hanno risanato un po' il mio malumore, riempiendomi di vitalità. Sono tornata a casa ormai da una settimana, ma la mia testa e il mio cuore sono ancora lassù, tra le marmotte e i caprioli, le mucche e i camosci, il cuculo e l'aquila. Ebbene, riprendere la vita di tutti i giorni con il suo tram tram quotidiano, con la confusione cittadina e gli schiamazzi stradali é stato un vero trauma, e ancora fatico ad abituarmici! E' incredibile quanto poco ci si metta ad adattarsi ad un ambiente diverso dal proprio e tanto agognato, e quanto invece sia faticoso riabituarsi alle proprie faccende quotidiane!
Oltre ai viaggi previsti e imprevisti, in questi mesi sto seguendo un corso di francese, come già vi ho raccontato più volte, e, seppure io lo frequenti solo due volte a settimana, per seguirlo devo andare in un'altra città, quindi in definitiva mi porta via molto tempo. 
Ma c'è un'altra novità, un altro impegno di cui ancora non vi ho detto niente! Sto correndo contro il tempo per poter partecipare ad un nuovo concorso letterario, questa volta più importante di quello a cui avevo partecipato con La Città nascosta - Alla scoperta del mondo parallelo. Il concorso scadrà tra pochissimo e io sono ancora in alto mare, ma voglio provarci e voglio riuscire a consegnarlo entro il tempo previsto ;) che dite, ce la farò? Io spero proprio di sì, ci tengo moltissimo! Capirete dunque che, per riuscire a finire in tempo di scrivere questa nuova storia, che sto coccolando  e amando con tutta me stessa, ho bisogno di allontanarmi un po' dal blog e da voi, mio malgrado.
Dopo tutto, sono o non sono la vostra fatina dei sogni? E se ho un sogno, ormai lo saprete, lo inseguo con testardaggine e tenacia finché non lo raggiungo! 
Detto questo, care creature del bosco, io vi saluto con la speranza di incontrarvi presto e di ritornare più carica che mai tra le fronde della mia Foresta Incantata. Mando un forte abbraccio a tutti voi e vi ringrazio per essere sempre presenti nel mio angolino fatato, nonostante la mia assenza delle ultime settimane ;)
Grazie di cuore e a presto!




giovedì 15 maggio 2014

Il Gufo Postino # 57


Bentornati in questa Foresta Incanta, creature del bosco!
Torno sul blog con questa rubrica, che altro non è che la mia versione di "In my mailbox". Per chi ancora non la conoscesse, ecco di cosa si tratta: il Gufo Postino consiste nel presentare i libri acquistati, regalati, prestati o ricevuti.... per rendere più accattivante la presentazione, io e la mia sorellina Yvaine del blog Il Pozzo dei Sussurri abbiamo pensato di lasciarvi, insieme alla trama, anche l'incipit dei libri in questione, di modo da darvi un piccolo assaggino ^^ La rubrica verrà postata da me il giovedì, ovviamente i giovedì in cui il Gufo Postino mi avrà mandato qualcosa =)

Ecco cosa mi ha portato ultimamente il Gufo Postino, in occasione del Salone Internazionale del Libro di Torino!


Trama
La guerra irrompe nella vita calma e serena di Margaret, Josephine, Elizabeth e Amy, quattro sorelle dal carattere molto diverso ma profondamente legate, e ne sconvolge abitudini e certezze. Durante un lungo anno di grande cambiamento e crescita, stringendosi intorno alla madre mentre il padre è nell'esercito, imparano ad affrontare le nuove difficoltà con forza d'animo, allegria e spirito di iniziativa.
Attuale, vivo, emozionante, Piccole Donne, scritto più di cento anni fa, è un indimenticabile romanzo di formazione, capace di occupare ancora oggi uno spazio speciale nel cuore delle ragazze.

Incipit:
"Natale non sarà Natale senza regali" borbottò Jo stesa sul tappeto.
"E' così tremendo essere poveri!" sospirò Meg guardando il suo vecchio vestito.
"Non penso sia giusto che certe ragazze abbiano un sacco di belle cose e altre proprio nulla" aggiunse la piccola Amy tirando su col naso con aria offesa.





Trama:
Heidi è una bambina figlia della natura, ma se nella baita del nonno il suo cuore canta, giunta in città, ospite di una famiglia ricca, si sente prigioniera e triste. E benché combini disastri e sovverta abitudini e regole di vita di tutti quanti hanno a che fare con lei, con la sua dolcezza conquista l'affetto di molti, lasciando un vuoto quando se ne va per tornare in montagna.

Incipit
Al piede d'una fila di monti dalle cime frastagliate che guardano minacciose giù verso la valle dell'Alto Reno, c'è un paese come in Svizzera ce ne sono tanti: con la chiesa dal campanile a punta e la scuola, il mulino, il fabbro e il calzolaio. Quando il treno si ferma alla piccola stazione, il capotreno grida:
"Mayenfeld!"
Da Mayenfeld se ne va, serpeggiando per i verdi pendii, un sentiero che sale fino a una baita solitaria poco sotto le nude rocce della vetta più alta.


Trama:
Isabelle, figlia di nobili francesi, vede sfumare il suo sogno d'amore il giorno delle nozze. La delusione per la scomparsa dello sposo e l'umiliazione ricevuta presto lasceranno posto ad una notizia sconvolgente: la ragazza è incinta. Per evitare un ulteriore scandalo la famiglia decide, dunque, di mandarla a casa dei nonni materni fino alla nascita del bambino. Alla nascita della figlia deciderà di darle lo stesso nome della madre, Anastaise, in segno di pace e perdono, nonostante non avesse più avuto nessun contatto con quest'ultima. Ben presto Madame deciderà di rifarsi viva e portar via la sua nipotina per non aver più nessun motivo di scandalo; Isabelle decisa ad impedirlo non esiterà a scappare inventandosi una nuova vita lontano dalla sua famiglia.

Incipit:
I Blanchard avevano organizzato un ricevimento fastoso per il matrimonio della loro unica figlia; doveva essere l'occasione per conseguire il consenso dell'alta borghesia.
I primi ad adoperarsi, quel mattino, furono i cuochi in cucina. Montagne di verdure erano mondate e tagliate accuratamente; grossi pentoloni sbuffavano lasciando effluvi nell'aria e nell'attesa che lo spiedo fosse adagiato il fuoco in festa ardeva robusti ceppi.

Per quanto riguarda quest'ultimo, ho avuto modo di trovarlo sul web e non posso che esserne felice, visto che è fuori catalogo e lo desideravo da anni! *O*


Trama:
Nelle fiabe succede spesso che le Fate concedano a un bambino fortuna e felicità: ed è proprio quel che succede a Ella, cui la Fata Lucinda regala l'obbedienza. Ma si tratta davvero di un dono, o piuttosto di una maledizione? Ella, ribelle e anticonformista, è costretta a obbedire a chiunque le dia un ordine, e questo significa una sola cosa: guai! Le cose si complicano, poi, quando suo padre la lascia in balia di una matrigna odiosa e di due sorellastre ancora peggiori, ma niente paura: per quanto maltrattata e umiliata, Ella non è certo il tipo da aspettare con santa pazienza che un principe venga a salvarla!

Incipit:
Lucinda, quella stupida Fata, non intendeva lanciarmi una maledizione, ma offrirmi un dono. A farle venire l'idea furono le lacrime inconsolabili che avevo versato durante la prima ora di vita. Scrollando la testa, la Fata aveva guardato mia madre con simpatia. Poi aveva detto, sfiorandomi il naso: "Il mio dono è l'obbedienza. Questa bambina sarà sempre obbediente. Ora smettila di piangere, Ella."
Avevo smesso di piangere.




Voi che ne pensate?  Li conoscete? La prossima settimana vi presenterò la seconda parte degli acquisti ;)

martedì 13 maggio 2014

Una giornata indimenticabile al Salone del Libro di Torino

Bentornati nella mia Foresta Incantata!
Come state? Avete passato un buon weekend? Io passo di qua per raccontarvi, come vi avevo promesso, la bellissima esperienza vissuta al Salone del Libro di Torino =)
E' stata una giornata talmente piena, stancante e colma di emozioni che non saprei proprio da dove cominciare! Non mi sembra vero di aver vissuto questa esperienza e ancora adesso stento a credere che sia stato tutto reale, e non solo un sogno divenuto realtà.

La giornata è iniziata poco prima delle 11, quando mi sono fiondata all'entrata del Salone. Partecipando quest'anno in veste di autrice, ho avuto la possibilità di entrare gratuitamente, ecco qui il mio cartellino da relatrice, lo conserverò gelosamente come ricordo di questa incredibile giornata e lo condivido adesso insieme a voi:


La mia prima ora al Salone è trascorsa allo stand della Casa Editrice Leucotea:



Terminata la mia ora al corner dello stand, mi sono immersa totalmente fra i libri e le varie proposte editoriali, accompagnata da Yvaine del blog Il Pozzo dei Sussurri.
Eravamo un po' malaticce entrambe, ma è stato bello avere l'occasione di vedere gli stand di case editrici minori, i cui libri difficilmente arrivano nelle librerie della nostra piccola città di confine.
E' stato difficile scegliere e ponderare bene gli acquisti da fare, ma alla fine sono più che soddisfatta di ciò che mi sono portata a casa! Vi lascio una foto dei tesori che sono entrati a far parte della mia libreria, ve li presenterò meglio giovedì però, nella rubrica Il Gufo Postino ;)



Erano tutti nella mia Wishlist da un po' di tempo, e ho approfittato dell'occasione del Salone per accorciare la mia lista dei desideri xD Sono riuscita anche ad ottenere degli sconti, il che non è affatto male!

Il pomeriggio è trascorso all'insegna degli incontri. Ho avuto modo di ritrovare alcune amiche blogger, tra cui Morna di Forgotten Pages e Alaisse, Amaranth e Angharad de Le Belle e il Cavaliere. E' stato un piacere incontrarle e firmare le loro copie del mio romanzo ^_^


Eccovi anche una foto di gruppo con le blogger incontrate al Salone!


A metà pomeriggio la stanchezza era già a livelli esorbitanti, sarò sincera. Mi sembrava di non riuscire più neppure a trascinare i piedi, sembra strano, ma al Salone ci si stanca non poco! Vuoi per la confusione, vuoi per il caldo, vuoi per le tante (troppe) cose da vedere... insomma, è stata una giornata proprio stancante, anche se non mi pento affatto di averla vissuta, anzi!
Subito dopo aver mangiato un boccone caldo per riprendermi un po', mi sono catapultata in Sala Autori, dove mi aspettavano gli editori della Leucotea e altri colleghi scrittori.


La presentazione è andata bene, mi è piaciuto molto confrontarmi con altre persone che, come me, amano scrivere e lo fanno prima di tutto per passione. 
Solo adesso, a distanza di qualche giorno, mi rendo pienamente conto della bella esperienza che ho vissuto. Sentir parlare di scrittura, parlarne a mia volta, scambiare opinioni e fare amicizia in una vetrina bella e importante come quella del Salone Internazionale del Libro di Torino è qualcosa di unico ed incredibile, un sogno ancora una volta divenuto realtà.
Lo dico sempre, e non smetterò mai di ribadirlo: un libro è sempre un'avventura, sia per chi lo scrive che per chi lo legge. La mia avventura si sta rivelando ricca di sorprese e di novità, di scambi di opinioni e di crescita interiore. Tutto questo mi da la carica per poter riprendere a scrivere serenamente, con una sicurezza nuova e una passione ancora più grande!
Sono già all'opera, non mi fermo (quasi) mai, ormai lo saprete =P
Non mi resta che salutarvi allora, sperando che questo piccolo resoconto vi abbia emozionato almeno un po' e che vi abbia soddisfatto!


lunedì 12 maggio 2014

Settimana Stregata # 66


Bentornati nella mia Foresta Incantata!
In questa rubrica intendo segnalarvi tutti gli appuntamenti che potrete trovare sotto le fronde degli alberi della mia Foresta. In questo contenitore potrete trovare inoltre:

- Indicazioni sulla fase lunare in corso
- Festività ed eventi importanti della settimana (quando ce n'è)
- La mia lettura in corso e le eventuali letture successive
- L'aforisma della settimana
- Avvisi

E dopo le consuete presentazioni, cominciamo!

Passo a presentarvi la mia lettura della settimana. Acquistato al Salone del Libro di Torino e autografato dall'autrice, sto leggendo questo libro:


E voi cosa state leggendo questa settimana?

Cosa leggerò dopo? Credo proprio che la mia prossima lettura potrebbe essere questa ;)


Ed ora passiamo agli appuntamenti che troverete qui nella mia Foresta a partire da domani.

Questo martedì voglio raccontarvi la mia esperienza al Salone Internazionale del Libro di Torino, presentandovi anche i miei acquisti. Giovedì tornerò con "Il Gufo Postino", per quanto riguarda venerdì  invece, non credo che troverete la rubrica "Lights and Sahdows" questa settimana.

Parlando invece di fasi lunari, questa settimana la luna sarà crescente fino a mercoledì e giovedì sarà piena, mentre da venerdì la Luna sarà calante.





Avvisi:
- Vi ricordo, per chi se lo fosse perso, che sul mio blog e su quello di Reina è in corso il nostro secondo Salotto Letterario.  Per scoprire di cosa si tratta, cliccate sul seguente banner, partecipate numerosi, mi raccomando!


- Chiedo scusa se in questo periodo non sono stata molto attiva sul blog, ho avuto qualche problema e non ho molto tempo per stare al pc.
Tra pochi giorni parto, vado a rilassarmi un po' tra le mie amate montagne, dunque il blog resterà fermo. Come avrete avuto modo di notare, ho dovuto accorciare anche questo post, oltre a diminuire gli appuntamenti settimanali. Il tempo scarseggia davvero, abbiate pazienza e prima o poi tutto tornerà alla normalità!

E con questo non mi resta che augurare un buon inizio settimana a tutti =)


venerdì 9 maggio 2014

Lights and Shadows # 74


Bentornati nella mia Foresta Incantata!
Eccoci ritrovati con questa rubrica che molti di voi conosceranno con altri nomi, infatti me l'hanno gentilmente ceduta Alice del blog Stargazer's Tides, Rowan del blog Ombre Angeliche e Reina del blog Il Portale Segreto
Si tratta semplicemente di riportare le tre cose migliori (luci) e le tre peggiori della mia settimana (ombre).

Tre luci:

- Domani festeggerò il quarto anniversario con la mia dolce metà <3

- Sempre domani sarò al Salone del Libro di Torino e non vedo l'ora!

- Sto cercando di riprendere a scrivere con regolarità, e questo mi rende molto felice.

Tre ombre:

- Brutti momenti che mi gettano sempre un po' nello sconforto.

- Come avrete notato, non riesco più a stare molto dietro al blog =(

- Ho avuto un tremendo mal di gola in questi giorni, fortuna che la tisana al tiglio mi ha un po' aiutata!


E adesso ditemi: quali sono le tre luci e le tre ombre della vostra settimana?

giovedì 8 maggio 2014

Chiacchiere varie e Salone Internazionale del Libro!

Bentornate nella mia Foresta Incanta, creature del bosco!
Come state? Finalmente torno in questo mio magico angolino non per presentarvi una rubrica fissa, ma per chiacchierare liberamente un po' con voi. Era da molto che non mi capitava!
Purtroppo avrete notato che nelle ultime settimane sono stata un po' discontinua con la pubblicazione dei post, e questo per diversi motivi.
Non riesco a trovare molto tempo per programmare i post, complici i vari impegni personali. Inoltre sto cercando di promuovere il mio romanzo come posso, e questo porta via ulteriore tempo al blog...
Sebbene io abbia sempre considerato questo mio angolino importantissimo, ho avuto anche io i miei momenti no. Vuoi per le giornate che si allungano e che si fanno più calde e belle, vuoi perché la mia voglia di restare chiusa tra le mura domestiche davanti al pc per ore si fa sempre più flebile, vuoi perché comunque quello della blogger è un lavoro a tempo pieno, sto attraversando un momento di "crisi". Avrei voglia di rimodernare il blog, apportare qualche cambiamento e prendere delle decisioni sulle rubriche da mantenere e quali da accantonare o sospendere, purtroppo però il tempo manca sempre e in questo momento sto cercando di dedicarmi alla scrittura. Come immaginerete dunque, il blog andrà a rilento ancora per un po'... Ho pensato più volte al fatto di prendermi una pausa, una vacanza, per darmi il tempo di prendere un po' di fiato e tornare più carica, per adesso però resta solo un'idea, che prenderò in considerazione solo se la riterrò l'ultima scelta possibile.
Ma parliamo adesso delle cose belle: che cos'ha fatto la vostra Mirial nelle ultime settimane?
Tanto per cominciare ho festeggiato il mio compleanno a Genova, dove mi sono incontrata con Reina del blog Il Portale Segreto! Abbiamo passato una bellissima giornata insieme, anche se il tempo non era dei migliori. Siete curiosi di sapere che cos'ho ricevuto? Eccovi accontentati!



Ebbene sì, ho ricevuto un pc portatile in formato mignon, così potrò scrivere le mie storie con facilità anche all'aria aperta *_*
Vi sarete accorti anche del Kindle... ebbene, devo dirvi, miei cari lettori, che sta diventando pian piano il mio migliore amico! Ebbene sì, chi lo avrebbe mai detto? Io, affezionata ai miei amici di carta e inchiostro, ho iniziato ad apprezzare anche i vantaggi della tecnologia. Certo, i libri restano sempre i migliori, ma anche il Kindle ha i suoi bei vantaggi! Qualcuno di voi ce l'ha? Vi trovate bene?
La carissima Reina mi ha regalato i due libri che vedete e che vi presenterò presto, in più mi ha portato anche due minerali che mancavano alla mia collezione *_*
Mia sorella Yvaine invece mi ha regalato il libro di "Frozen" in francese (visto che sto seguendo un corso, almeno imparo più in fretta u_u) e il bellissimo orologio a tema "Alice nel Paese delle Meraviglie" che vedete nella seconda foto! Insomma, ho ricevuto dei doni bellissimi ^_^
Oltre a diventare di un anno più vecchia, in queste settimane ho ripreso a scrivere, finalmente. Spero di riuscire a tirare fuori dal cassetto qualche altra storia il più in fretta possibile, magari tramite qualche concorso, chissà ;)
Infine, eccovi la meravigliosa (e squisita) torta di compleanno fatta dalla mia mamma *O*


Come ultima cosa, prima di salutarvi, vi avviso ancora una volta che questo sabato sarò al Salone del Libro di Torino! Voi ci sarete? Potremmo incontrarci lì se volete, ne sarò più che felice!
Io sarò allo stand F21 della casa editrice Leucotea dalle h.11:00 alle h.12:00 e presenterò il mio romanzo alle h.21:00 presso la sala Spazio Autori =) se ci sarete fatemelo sapere, così ci organizziamo ^_^ In ogni caso, sapete dove trovarmi.
Non vedo l'ora che arrivi sabato, potrò immergermi nelle atmosfere del Salone e avrò modo di vedere alcune blogger, tra cui Morna di Forgotten Pages, Serena di Attraverso i Libri e quel che Serena vi trovò, Lucrezia di Il libro che pulsa e Angharad, Amaranth e Alaisse de La Bella e il Cavaliere
Però - c'è un però - mi sono anche rattristata moltissimo nel guardare il programma... domenica infatti ci sarò Luis Sepùlveda, uno dei miei autori preferiti, e io purtroppo non ci sarò! Destino crudele ç_ç non lo incontrerò per un soffio, che peccato... Se qualcuno di voi avrà la fortuna di incontrarlo, stringetegli la mano anche da parte mia, mi raccomando xD
E con questo vi saluto, con la speranza di potervi incontrare e salutare dal vivo una volta tanto ;)
Un abbraccio a tutti!



mercoledì 7 maggio 2014

Mondo di Cristallo # 29: l'Ambra


Bentornati nella mia Foresta Incantata!
"Mondo di Cristallo" è una rubrica mensile che vi permetterà di conoscere qualcosa in più sui cristalli e i minerali, questi piccoli grandi tesori della Terra. Vi racconterò le curiosità che li riguardano e vi accennerò le loro proprietà e caratteristiche principali, con la speranza che possiate imparare qualcosa di nuovo e appassionarvi al prezioso mondo della mineralogia e della cristalloterapia.

Il minerale che vi presento questo mese è:


Curiosità e Caratteristiche:
L'Ambra è una resina fossile che nel corso del tempo è invecchiata mineralizzandosi. Al suo interno si possono trovare inclusioni di insetti, vegetali o terriccio. Questo minerale è stato la prima pietra preziosa della storia, e fin dalle epoche più remote veniva utilizzato come pietra terapeutica e amuleto.

Proprietà:
L'Ambra rende la persona che la indossa solare, spontanea ed aperta, pacifica ed ottimista. Dona felicità e spensieratezza, rafforza l'autostima e, grazie a tutte questa qualità, aiuta il soggetto a raggiungere il successo. L'Ambra stimola inoltre la creatività e rende più facilmente realizzabili i desideri personali. Allontana i cattivi pensieri e la depressione.
A livello fisico invece, l'Ambra allevia i disturbi allo stomaco, alla milza e ai reni. Aiuta anche le articolazioni a mantenersi sane e offre un aiuto anche ai bambini ai quali stanno crescendo i primi dentini.

Purificazione:
A causa della sua particolare natura, l'Ambra non può essere mai veramente purificata, poiché tende ad assorbire, più che a rilasciare. Per pulirla, anche se solo in parte, può essere immersa brevemente in acqua non salata.

Fonti:
- "L'arte di curare con le pietre", Michael Gienger, Ed. Crisalide.


martedì 6 maggio 2014

Recensione: "L'acchiapparatti di Tilos" di Francesco Barbi


Bentornate nella mia Foresta Incantata, creature del bosco!
Eccomi di nuovo qua con una nuova recensione, questa volta di un libro molto particolare e di un autore italiano per di più. Mi era stato consigliato qualche mese fa e, trovandolo in libreria, non me lo sono lasciato sfuggire. Eccovi dunque il mio commento.



Autore: Francesco Barbi
Editore: Campanila
Pagine: 432
Prezzo:  9,90 euro

Trama: Nessuno ha più messo piede nella torre del negromante Ar-Gular da quando la costruzione è stata sigillata dai Guardiani dell'Equilibrio. Nessuno fino ad ora... Una rissa in locanda, la profanazione di una tomba, una scommessa insolita e un libro arcano conducono il becchino storpio di Tilos alla torre maledetta, dove lo attende uno straordinario ritrovamento che legherà il suo destino a quello del boia di Giloc, un demone ancestrale imprigionato da secoli nel "Buco". In un mondo grottesco e sanguinario che rievoca l'atmosfera cupa dell'Alto Medioevo si snodano le vicende di una compagine di personaggi bizzarri, protagonisti di una trama incalzante, ricca di situazioni rocambolesche e sorprendenti colpi di scena. Suspense, tenerezza, horror e ilarità convivono in questo originale romanzo tra il gotico e il fantasy, lontano dagli stereotipi e fruibile a più livelli di lettura, appassionando così sia gli adulti che i ragazzi.

Voto:


Recensione
"L'acchiapparatti di Tilos" è sicuramente un libro particolare, che non potrà restare indifferente ai lettori. Francesco Barbi infatti, ha saputo portare una ventata d'aria fresca nel panorama fantasy italiano. Il suo romanzo si discosta dai canoni del fantasy tradizionale e Barbi ci presenta personaggi insoliti, scarti della società, persone prive di scrupoli e, talvolta, anche di senno. Ho trovato notevole questo libro, che ha costituito il suo esordio letterario.
Il linguaggio utilizzato dall'autore è piuttosto semplice, anche se il vocabolario di Barbi è comunque molto ricco; il tutto resta comunque molto scorrevole.
Lo stile è particolare; per via delle vicende narrate, la storia assume spesso delle tinte fosche, l'atmosfera creata da Barbi è quindi misteriosa, quasi gotica.
Il ritmo del romanzo è incalzante, il libro si lascia leggere velocemente, soprattutto superata la prima metà, quando i nodi cominciano a venire al pettine e il lettore inizia a comprende di più i dettagli della storia.
Le descrizioni sono esaustive e dettagliate al punto giusto, senza mai risultare pesanti né troppo lunghe.
Come già accennato poco sopra, i personaggi sono il vero punto forte dell'intero romanzo. Barbi sceglie per la sua storia personaggi del tutto insoliti, difficilmente presi in considerazione dalla letteratura; sono per lo più scarti della società, privi di scrupoli e di un qualsiasi principio morale.
I protagonisti di questa storia sono un becchino storpio e opportunista, che farebbe qualunque cosa pur di raggiungere i suoi scopi; il matto del villaggio al quale sembra proprio mancare qualche rotella, che per non essere tagliato fuori dalla società si inventa un mestiere tutto suo diventando acchiapparatti; una prostituta golosa di cibo, un gigante che parla solo tramite proverbi e un misterioso cacciatore di taglie sfigurato. Tutti, dal primo all'ultimo, hanno caratteri ben delineati dall'autore, e ognuno svolge il suo importante ruolo. Ho apprezzato molto la scelta di Barbi di prendere in considerazione personaggi sconsiderati, rendendo così il suo romanzo originale. Il mio preferito in assoluto rimane Zaccaria Narrish, l'acchiapparatti, che finisce per sorprendere il lettore più di una volta. I suoi modi di fare e il suo battibeccarsi con Ghescik (il becchino storpio) mi hanno fatto più volte sorridere durante la lettura, accrescendo il mio sentimento di simpatia nei suoi confronti. Molte sono le scene esilaranti in questo low fantasy, ho apprezzato molto lo humor dell'autore, che contrasta molto con le scene cupe e orrorifiche dedicate al mietitore di Giloc. L'autore ha scelto dunque una buona alternanza tra allegria e serietà, coinvolgendo positivamente il lettore in ogni fase della storia e sciogliendo un po' la tensione con le scene d'ilarità.
All'interno di questo romanzo sono ravvisabili diversi significati, più o meno nascosti. La morale de "L'acchiapparatti di Tilos" può essere riassunta nel seguente proverbio: chi è causa del suo mal, pianga se stesso. L'autore denuncia qui il desiderio di immortalità che corrompe l'animo umano, tema che mi ha riportato alla mente per certi versi "Il ritratto di Dorian Gray" di Oscar Wilde. Lo stregone Ar-Gular, pur di ottenere la vita eterna e di non vedere il suo corpo macchiarsi con i segni della vecchiaia e la sua anima imputridirsi per via delle scelleratezze compiute, plasma un essere mostruoso, che rispecchia il male insito nell'essere umano. Ed ecco quindi introdursi un nuovo tema: spesso l'uomo utilizza la sua intelligenza per raggiungere scopi mostruosi e compiendo azioni orribili.
La trama si presenta piuttosto lineare, tuttavia non è priva di colpi di scena. La storia culmina poi in un finale dolce e amaro al tempo stesso, che mi ha fatto rimpiangere il fatto di non poter far comparire altre pagine. Questo romanzo è seguito da "Il burattinaio", che non ho ancora avuto il piacere di leggere, purtroppo però è fuori catalogo a causa del fallimento della casa editrice.
"L'acchiapparatti di Tilos" si rivolge a un pubblico di adulti e ragazzi; lo consiglio a chi ama il genere fantasy, a chi ha voglia di leggere un libro italiano ben scritto ed originale e a chi desidera tuffarsi in una storia che sappia strappare qualche risata, seppure le atmosfere del romanzo restino piuttosto cupe.

Voi che ne pensate? Lo avete letto?




lunedì 5 maggio 2014

Settimana Stregata # 65


Bentornati nella mia Foresta Incantata!
In questa rubrica intendo segnalarvi tutti gli appuntamenti che potrete trovare sotto le fronde degli alberi della mia Foresta. In questo contenitore potrete trovare inoltre:

- Indicazioni sulla fase lunare in corso
- Festività ed eventi importanti della settimana (quando ce n'è)
- La mia lettura in corso e le eventuali letture successive
- L'aforisma della settimana
- Avvisi

E dopo le consuete presentazioni, cominciamo!

Passo a presentarvi la mia lettura della settimana. Era da molto che volevo leggere questo libro, su consiglio di amici e ora, finalmente, è arrivato il suo momento:


E voi cosa state leggendo questa settimana?

Cosa leggerò dopo? Spiacente, ma ancora non lo so :p

Ed ora passiamo agli appuntamenti che troverete qui nella mia Foresta a partire da domani.
Questo martedì torno con una nuova recensione, mentre mercoledì vi lascerò un post chiacchieroso. Giovedì tornerò con "Mondo di Cristallo" e venerdì mi troverete qui come sempre con le tre luci e le tre ombre della settimana nella rubrica "Lights and Shadows".

Parlando invece di fasi lunari, questa settimana la luna sarà crescente. Potete tagliare i capelli se desiderate che crescano più velocemente. Ricordatevi che in questi giorni è meglio non eccedere a tavola, poiché si tende ad assimilare di più con la luna in questa fase.

Festività:
- L'11 maggio è la Festa della Mamma.

Eventi:
Questa settimana si svolgerà il Salone Internazionale del Libro di Torino, dall'8 al 12 maggio. Chi di voi ci sarà? Io sarò al Salone sabato 10 maggio: sarò presente allo stand F21 della casa editrice Leucotea dalle h.11:00 alle h.12:00 e presenterò il mio romanzo alle h.21:00 nella Sala Spazio Autori. Se volete incontrarmi, parlarmi e scambiare due chiacchiere fatemelo sapere! In ogni caso sapete dove trovarmi ;)

Avvisi:
- Vi ricordo, per chi se lo fosse perso, che sul mio blog e su quello di Reina è in corso il nostro secondo Salotto Letterario.  Per scoprire di cosa si tratta, cliccate sul seguente banner, partecipate numerosi, mi raccomando!


- Chiedo scusa se in questo periodo non sono stata molto attiva sul blog, ho avuto qualche problema e non ho molto tempo per stare al pc. Cercherò di essere più presente nei prossimi giorni, speriamo di farcela!

Concludo il post con la citazione della settimana. Questa volta la traggo da uno dei miei autori preferiti:
"La libertà è uno stato di grazia e si è liberi solo mentre si lotta per conquistarla."
Luis Sepùlveda

E con questo non mi resta che augurare un buon inizio settimana a tutti =)


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...